Orvieto, Confartigianato incontra il Vescovo Tuzia

Orvieto, Confartigianato incontra il Vescovo Tuzia

Focus sulle ciriticità economiche del territorio orvietano

Una delegazione della Confartigianato Imprese della Provincia di Terni composta dal Presidente Mauro Franceschini, dal Direttore Michele Medori e dal funzionario Riccardo Picchioni ha incontrato, venerdì 27, il Vescovo di Orvieto e Todi Mons Benedetto Tuzia.

La Confartigianato Imprese Terni ha avviato una serie di confronti con le componenti più importanti della società orvietana allo scopo di costituire un proprio “punto di vista” sulla situazione economica e sociale dell’area orvietana.

La sollecitazione ricevuta da moltissime parti ad intervenire sulle numerose questioni sul tappeto ha toccato nella Confartigianato Imprese Terni una corda estremamente sensibile, dato lo storico rapporto con il mondo della piccola e media impresa, dell’artigianato e dei pubblici esercizi orvietani.

Il primo di questi appuntamenti si è tenuto presso la Curia Vescovile di Orvieto con Mons Tuzia con il quale non si poteva non rilevare lo stato di particolare disagio in cui versano le piccole imprese e le famiglie.

Mons Tuzia ha ricordato l’impegno della chiesa locale verso il lavoro, con particolare riguardo al problema della disoccupazione giovanile e nei confronti della gravissima crisi finanziaria che ha messo a dura prova la tenuta della famiglia quale soggetto fondamentale del nostro tessuto sociale.

La Curia orvietana sta lavorando, nell’ambito della Conferenza Episcopale Umbra ad una serie di strumenti che raccolgano l’esperienza dei vecchi “fondi di solidarietà”. Esperienza questa che si è esaurita dopo aver registrato in maniera oggettiva le difficoltà economiche delle pmi e la distanza di queste dal mondo bancario.

La Confartigianato Imprese Terni, per bocca del Suo Presidente e dei dirigenti presenti, ha sottolineato la necessità di intercettare la ripresa compiendo ogni sforzo per superare il deficit culturale e quello infrastrutturale che costituiscono un serio handicap allo sviluppo.

Al termine di questa serie di incontri, infatti, verrà realizzata una Conferenza Economica Comprensoriale che si incaricherà di fissare i punti e le condizioni essenziali per salire sul carro della “nuova economia”.

Gli incentivi per le assunzioni, i provvedimenti fiscali e i contributi degli strumenti previsti da Industria 4.0 non possono essere visti come manovre di “alleggerimento”, ma devono essere usate per rafforzare le imprese patrimonialmente, guidarle verso l’internazionalizzazione e la creazione di, sempre più numerose, start up innovative.

L’area orvietana possiede molti contenuti interessanti in questa direzione Mons Tuzia ha sottolineato come il benessere delle imprese sia una condizione essenziale per il mantenimento della “coesione sociale”. Tradizione e innovazione rimangono le uniche vere armi per un sistema di imprese che si ritenga veramente radicato sul territorio. L’incontro si è concluso con l’impegno di effettuare i prossimi incontri a distanza maggiormente ravvicinata. La Confartigianato Imprese della Provincia di Terni trasferirà alle proprie imprese associate il saluto affettuoso del Vescovo della Diocesi di Orvieto e Todi.