A Norcia oltre 200 edifici agibili, c’è anche il ‘Battaglia’ | Cas, pagati tutti

A Norcia oltre 200 edifici agibili, c’è anche il ‘Battaglia’ | Cas, pagati tutti

Chi ha casa agibile dovrà rientrarvi entro martedì | Erogato il contributo autonoma sistemazione fino a dicembre, a giugno il pagamento gennaio – aprile 2017 | Agibile l’istituto sopra alla faglia: a settembre si torna al Battaglia?

Oltre 200 edifici sono agibili a Norcia. A stabilirlo sono stati i sopralluoghi con le schede Aedes, che hanno dato esito “A”. E se tra le 5 pagine che compongono il primo elenco non ci sono solo abitazioni private, ma anche stalle, aziende, depositi e perfino i serbatoi della Vus, a balzare all’occhio è la piena agibilità dell’istituto superiore “Roberto Battaglia”. Scuola da anni al centro delle polemiche per essere situata sopra una faglia “capace” (qui tutti gli articoli) e che aveva retto benissimo alle scosse del 24 agosto, tanto che lì si erano trasferiti per un paio di settimane ad ottobre anche i bambini delle elementari.

Il futuro delle scuole superiori – In verità già da settimane la voce dell’agibilità del “Battaglia” era circolata tra famiglie e personale scolastico. Con l’ipotesi che a settembre si possa tornare sui banchi proprio nei locali dell’istituto superiore, lasciando la struttura prefabbricata che li ospita da metà novembre. Sarà veramente così? Difficile dirlo in questo momento, proprio ora che finalmente ogni scuola avrà la propria struttura prefabbricata (martedì si inaugurano le medie alla presenza del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Maria Elena Boschi e di Luciano Fontana ed Enrico Mentana, direttori del Corriere della Sera e del TgLa7).

Chi ha casa agibile dovrà rientrare entro 5 giorni – Nell’ordinanza del Comune (datata 12 maggio ma pubblicata ieri nella homepage dell’ente) viene spiegato che i soggetti per i quali risultano esiti di agibilità per i relativi fabbricati di proprietà, decadranno dal diritto dell’ospitalità alberghiera o nei container collettivi, così come dal diritto di concessione del contributo per l’autonoma sistemazione. Per organizzare il rientro nelle abitazioni agibili, i cittadini in questione avranno tempo fino a martedì 23 maggio.

QUI IL PRIMO ELENCO DEGLI IMMOBILI DICHIARATI AGIBILI A NORCIA E FRAZIONI

Il punto sui pagamenti del Cas – Intanto il Comune fa anche il punto sul pagamento del Cas: oggi saranno finiti quelli fino a dicembre 2016, completando così l’erogazione per i 651 nuclei che ancora non avevano visto nemmeno un centesimo; mentre da metà giugno in poi si provvederà a pagare il contributo per l’autonoma sistemazione a tutti e circa i 1300 aventi diritto per il periodo gennaio – aprile.

Questa la nota del Comune di Norcia: “Come preannunciato nel cronoprogramma delineato dall’Amministrazione Comunale, la liquidazione del contributo di autonoma sistemazione C.A.S. è stata effettuata giovedì 18 maggio, con la pubblicazione nell’albo pretorio comunale del 12° elenco. Sempre all’Albo è stato pubblicato il 13° elenco che sarà regolarmente pagato entro venerdì 19 maggio. Questo elenco comprende le istruttorie in verifica, nel frattempo definite. A partire da giovedì 18, non si possono più presentare richieste retroattive di CAS, riferite al 24 agosto 2016 o integrazioni con decorrenza dalla medesima data”. “Rispettando i termini che ci siamo prefissati, procediamo con regolarità al pagamento del Cas grazie all’indefesso lavoro dei nostri uffici – dice il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno – risposte certe e concrete è quello che dobbiamo dare ai nostri concittadini e il lavoro di noi Amministratori va in questa direzione”.

Diverse in questi mesi – viene spiegato – sono state le difficoltà riscontrate per la stesura delle istruttorie che hanno comportato dei ritardi: alcune domande pervenute risultavano incomplete o imprecise, in alcuni casi beneficiario ed intestatario del conto non coincidevano. La fusione delle Casse di Risparmio dell’Umbria in Banca Intesa inoltre ha comportato la modifica del codice IBAN di molti correntisti; si raccomanda dunque di verificare che il codice riportato sulla richiesta di Cas sia quello nuovo assegnato dalla Banca. Prossimo ‘step’ sarà il pagamento del Cas dei mesi da gennaio ad aprile: circa 1300 i beneficiari che usufruiranno del contributo che sarà erogato in un’ unica soluzione a partire da giovedì 15 giugno fino a venerdì 30 giugno 2017. Successivamente si procederà con pagamenti ad erogazione bimestrale entro il mese successivo ai due di riferimento.

Stampa