Norcia, consegnate oggi 35 SAE | Presto nuovo cantiere per altre 90

Norcia, consegnate oggi 35 SAE | Presto nuovo cantiere per altre 90

Il sindaco Alemanno, “E’ nuovo punto di partenza. Ora sotto con la ricostruzione”

In un clima di festa complice anche la Pasqua, sono state consegnate oggi a Norcia 35 SAE delle 63 situate nell’area Zona industriale A, le rimanenti 28 sono in fase di ultimazione dei lavori e i nuovi inquilini potranno prenderne possesso il prossimo 30 aprile. Dopo l’assegnazione del numero civico a tutti, ieri in Comune, da oggi finalmente 35 famiglie potranno far ritorno a Norcia e provvedere all’allaccio delle utenze per le proprie case.

“È una bella giornata, oggi che consegniamo il terzo villaggio a Norcia (il primo a San Pellegrino e il secondo in Viale XX Settembre) – ha detto il Sindaco di Norcia Nicola Alemanno – Sapere che le nostre amministrazioni procedono spedite per soddisfare il fabbisogno emergenziale ed è grande elemento di soddisfazione. Con la stessa velocità auspichiamo anche la ricostruzione delle nostre case. Questa soluzione oggi è un nuovo punto di partenza – dice il primo cittadino – il prossimo obiettivo ora è di tornare nelle nostre case”.

Nei prossimi giorni sempre Alemanno, annuncia il collegamento tra corso Sertorio e Via Roma “passando da Piazza Vittorio Veneto, anche  questo sarà un altro step importante che porta il nostro centro storico ad una sempre più prossima rifioritura”.
Alla consegna del nuovo villaggio SAE anche la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini  che ringrazia tutta la struttura regionale, il sistema di Protezione Civile regionale, presente anche l’Architetto Alfiero Moretti, e l’impresa per i lavori effettuati realizzando il nuovo quartiere.

“Se Norcia reagisce è per la tenacia dei suoi abitanti. Sappiamo che il tempo di attesa è difficile ma poi porta a dare soluzioni abitative dignitose che permetteranno di affrontare il tempo della ricostruzione in maniera decente. Le risorse finanziarie – dice la presidente Marini – danno certezza ai cittadini e alle imprese di partire con la ricostruzione leggera e pesante, che deve essere sicura e di qualità. Dobbiamo fare una ricostruzione condivisa e partecipata – continua – con tecniche e rispetto delle norme, anche tendendo presente le ricerche geologiche; tutto questo poi va messo al servizio della qualità della ricostruzione”.

Con la consegna di oggi sale a 101 il numero di SAE presenti sul territorio di Norcia. Intanto la prossima settimana partirà il cantiere per altre 90; si continua a lavorare per raggiungere l’obiettivo del ritorno a Norcia di tutte le famiglie entro la prossima estate.