Norcia, consegnate altre 68 Sae | Ne mancano 100

Norcia, consegnate altre 68 Sae | Ne mancano 100

La consegna interesserà il lotto di Zona Industriale C per 40 casette; la frazione di San Pellegrino con 18 e quella di Valcaldara con 10 casette

Prosegue a Norcia la consegna delle “Sae”, le soluzioni abitative di emergenza. Questa mattina, alla presenza del vicepresidente della Regione Umbria Fabio Paparelli e dei rappresentanti dell’amministrazione comunale, al centro polivalente “Norcia 4.0” sono state consegnate le chiavi di 68 casette ad altrettante famiglie. La consegna interesserà il lotto di Zona Industriale C per 40 casette; la frazione di San Pellegrino con 18 e quella di Valcaldara con 10 casette.

Sale a 492 il numero delle “Sae” consegnate a Norcia, dove sono state richieste la maggior parte (591) delle 761 “Sae” complessive nel “cratere” sismico umbro.

Intanto il Comune di Norcia fa sapere che per l’ultimo lotto di casette consegnate da lunedì 5 febbraio sarà possibile effettuare la stipula dei contratti quindi gli allacci delle utenze, luce, gas e acqua a partire dalle ore 10.

“Ora dobbiamo essere protagonisti attivi nel processo di ricostruzione” ha dichiarato il sindaco Nico Alemanno, ribadendo come tutti i progetti, secondo le norme, saranno finanziati senza liste di priorità.

Sono i singoli cittadini dunque che sottoscrivendo un incarico formale ad un professionista possono attivare il percorso della ricostruzione. Si va dunque verso il completamento della consegna delle SAE che dovrebbe essere effettuato entro il mese di febbraio, ad eccezione di Castelluccio per cui è in fase di ultimazione “la definizione delle stesse nel numero e nella fattezza dei materiali vista per resistere al clima spiega Paparelli che sottolinea il grande impegno costante della protezione civile regionale e dei tanti dipendenti costantemente sul territorio.

Articolo aggiornato alle 17:19

Stampa