Norcia, consegnate altre 52 SAE |  308 il totale di casette occupate

Norcia, consegnate altre 52 SAE | 308 il totale di casette occupate

Alemanno, “I vostri sorrisi ripagano di tanti sforzi” | Il fabbisogno in essere è di circa 580 SAE, da consegnare entro Natale

Consegnate altre 52 SAE a Norcia, domenica 12 novembre: 36 in Viale Montedoro e 16 a San Pellegrino, prima tra le frazioni ad aver inaugurato la seconda area. Ammonta dunque a 308 il numero di ‘casette’ consegnate ad oggi nel territorio comunale, oltre la metà del numero previsto, per quanto riguarda la soddisfazione del fabbisogno fino ad ora in essere che è di circa 580 SAE, da consegnare entro Natale.

“La consegna di ogni nuovo villaggio è una grande gioia che ripaga del lavoro e degli sforzi fatti; vedervi oggi con il sorriso è molto bello ed emozionante. Grazie per pazienza che state dimostrando, nel saper accettare con dignità questa situazione”. Ha detto il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno. “Oggi per molti di voi è l’inizio di una nuova storia, che deve darvi maggiore energia e entusiasmo, per questo cerchiamo di recuperare l’ allegria e questa gioia che anche ci serve. Per comprendere come vanno le cose da noi – continua – occorre misurarsi con cosa succede nel cratere e tutto sommato possiamo essere soddisfatti, anche con la fortuna di non aver dovuto piangere morti o feriti gravi. Avremo potuto fare di più, prima e meglio ma il fenomeno che stiamo gestendo, per la sua drammaticità e per l’ articolazione del territorio, è qualcosa con il quale sistema delle Istituzioni sta tentando di misurarsi, ogni giorno – rimarca Alemanno – ma questo lavoro non sarebbe stato possibile se le Istituzioni, Comune, Protezione Civile, Regione e Governo, non avessero agito insieme”.

Alemanno poi puntualizza sulle ‘lungaggini’ della burocrazia che “sicuramente è un aspetto che dovrà essere migliorato” e sulle imprese, sane, che stanno operando per il bene della collettività nel miglior modo possibile, e senza alcun incidente sul lavoro. “Altri cittadini sono ancora in attesa, noi considereremo chiusa la seconda fase di gestione dell’emergenza quando tutti saranno nelle casette e stiamo facendo di tutto perché questo accada prima del prossimo Natale. La nostra comunità sta ripartendo – conclude il primo cittadino – e con essa anche la ricostruzione, i finanziamenti ci sono, non aspettate a presentare i progetti insieme ai vostri tecnici”.

Anche Valentino Valentini per la Regione Umbria era presente alla consegna delle chiavi e, portando il saluto della Presidente Marini ha ribadito l’impegno a consegnare tutte le SAE entro Natale visto lo stato avanzato dei cantieri. Valentini pone l’attenzione sull’ impegno a migliorarsi della struttura regionale per quanto riguarda la gestione dell’emergenza “questa esperienza a mio parere – dice Valentini – è sicuramente migliore di quella del 1997, quando riuscimmo a consegnare le casette di legno dopo 2 anni e mezzo. Un ringraziamento particolare poi a tutti quelli che lavorano in silenzio, alla progettazione, alle urbanizzazioni, alle realizzazioni delle SAE e grazie a loro se riusciamo ad ottenere questi risultati”.

Per la Protezione Civile presente Marco Guardabassi, supervisor dei cantieri SAE nell’area del cratere che sottolinea come il processo di realizzazione delle SAE sia “partito dal basso cittadini, comune, Regione e Stato, per dare spazio e voce alle esigenza di tutti, con attenzione ai miglioramenti su cui riflettere” .