Nonni e nipoti contro le truffe, ecco il nuovo depliant di Comune e carabinieri

Nonni e nipoti contro le truffe, ecco il nuovo depliant di Comune e carabinieri

Anche le scuole coinvolte nella diffusione del vademecum contro i raggiri, l’assessore Bassini “Vogliamo che la lotta alle truffe venga combattuta a livello intergenerazionale”

Sarà distribuito, subito dopo la pausa pasquale, il depliant rivisitato contro le truffe agli anziani, curato dal Comune e dalla Stazione dei Carabinieri di Città di Castello. “Avevamo già un vademecum con informazioni utili e comportamenti di autotutela per gli anziani contro raggiri o tentativi di truffa – dichiara l’assessore ai Servizi sociali Luciana Bassini, che si è occupata della nuova redazione insieme all’Assessore alla Sicurezza Monica Bartolini – Abbiamo ripensato la grafica e descritto nel mondo più sintetico ma anche più chiaro possibile che cosa fare per evitare brutte avventure. La collaborazione con i Carabinieri di Città di Castello e con il luogotenente Fabrizio Capalti è stata preziosa per mettere a fuoco le tipologie più ricorrenti di reati compiuti e dare indicazioni concrete puntuali sulle contromisure da assumere”.

Nel depliant abbiamo inserito con evidenza il numero 112, contatto ormai unificato per le emergenze, che deve diventare un riferimento in caso di bisogno o per chiedere aiuto”. Nelle prossime settimane in depliant verrà stampato e distribuito nei luoghi pubblici maggiormente frequentati da anziani o da famiglie. Sono previsti anche incontri nei Cva o nei Centri sociali per informare i cittadini in maniera diretta.

Vogliamo che la lotta ad un fenomeno odioso come le truffe agli anziani venga combattuta a livello intergenerazionale. – ha aggiunto Bassini – Chiederemo ai nipoti, attraverso le scuole, di insegnare ai nonni a difendersi dai malintenzionati, coinvolgendoli nella diffusione del volantino. Nella nostra società spesso i nonni si affiancano ai genitori nella gestione dei figli ed hanno molti momenti comuni in cui parlare. Sarebbe bello che li utilizzassero per leggere insieme il nostro nuovo vademecum. Nonni e nipoti contro le truffe, un patto inedito ma che sono certa funzionerà”.

Stampa