Nero Norcia: successo per il convegno e la rassegna canina organizzati dall’associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana

Nero Norcia: successo per il convegno e la rassegna canina organizzati dall’associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana

La razza canina Grifo Nero Valnerino vicina al riconoscimento ufficiale dell’ENCI

Nell’ambito della Mostra Mercato del Tartufo Nero di Norcia, l’ Associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana, in collaborazione con il Comune di Norcia, ha organizzato due eventi legati alla filiera del Tartufo.

 

Il giorno 25 si è tenuto un convegno dal tema “PERCHE’ FARE TARTUFICULTURA“, al quale hanno partecipato la Dott.ssa Domizia Donnini del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università degli Studi di Perugia, relazionando su “La gestione dell’impianto tartuficolo”, mentre il Prof. Adriano Ciani, Docente Università di Perugia e Associazione Scientifica e Culturale Biosphera, ha trattato l’argomento: “Tartufo: una risorsa locale multifunzionale per la sostenibilità del territorio”.

Il Dott. Leonardo Baciarelli Falini, professionista collaboratore dell’Università degli Studi di Perugia, ha aperto il dibattito introducendo tematiche relative alla tartuficoltura umbra in particolare, mentre Domenico Manna, Presidente dell’ Associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana e  Gianfranco Berni, Presidente FITA,  nel portare i saluti si sono intrattenuti rispettivamente sulla opportunità e necessità di fare tartuficoltura nelle aree montane e sugli aspetti della nuova legge sul tartufo che si sta discutendo al Ministero delle Politiche Agricole. Il Congresso è stato aperto dall’Assessore Giuliano Boccanera  che ha portato i saluti del Sindaco Nicola Allemanno e della Amministrazione, mettendo in risalto la collaborazione con l’Associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana e con i Docenti intervenuti. Gli argomenti trattati hanno evidenziato che facendo una corretta politica del territorio, cercando di utilizzare le aree non più adatte alla moderna agricoltura, riconvertendole in Tartufaie e valorizzando in modo polifunzionale la risorsa Tartufo, si possa anche sostenere la rinascita del Turismo sostenibile, con un incremento delle attività imprenditoriali e della occupazione.

Il giorno 26  si è tenuta  la “Rassegna del Cane da Tartufo” rivolta al Cane Lagotto Romagnolo, unica razza riconosciuta come razza da tartufo,  ed al Grifo Nero Valnerino, razza in fase di riconoscimento, che ha fatto registrare la presenza di 27 esemplari di ben 18 allevatori. I cani e gli allevatori hanno tenuto una dimostrazione di abilità che ha attirato l’attenzione di molti tartufai ma anche di tanti curiosi o appassionati di cani.

Alla successiva tavola rotonda  hanno partecipato:

  • Gian Luigi Gregori, responsabile del Centro Sperimentale di Tartuficoltura, in qualità di moderatore;
  • il medico veterinario Davide Andriolo, socio Club Lagotto con l’intervento “Il cane sinergico: aspetti etologico – educativi“;
  • Paolo Alessandrini , Presidente del Club Italiano Lagotto con l’intervento “Il Lagotto Romagnolo: unica razza attualmente riconosciuta per la cerca del tartufo”;
  • Antonio Guerrini con l’intervento “Peculiarità, caratteristiche e qualità del cane Grifo Nero Valnerino “;
  • Alvaro Mantovani, Presidente del Gruppo Cinofilo di Perugia e membro del Comitato Giudici dell’ENCI, con l’intervento “Sistema delle verifiche zootecniche e selezione delle razze canine”.

La Tavola Rotonda è stata aperta dall’Assessore Giuliano Boccanera, che ha ricevuto dal Presidente del Club Italiano Lagotto una ceramica Faentina a sottolineare questo primo evento.  La significativa presenza dei vertici del Club Italiano Lagotto, autorizzato dall’ENCI, ha fatto in modo che si ponessero ancor più forti  legami per proseguire l’iter per il riconoscimento della razza Grifo Nero Valnerino, che Antonio Guerrini sta perseguendo con forza e caparbietà. Il Presidente Alessandrini si è reso disponibile ad intraprendere un percorso utile per organizzare a Norcia, nel prossimo anno, una manifestazione ENCI da includere nel Circuito Nazionale.

La tavola rotonda si è conclusa con l’intervento di Domenico Manna, Presidente dell’ Associazione Tartufai e Tartuficoltori Pietro Fontana, che ha ringraziato tutti i partecipanti ai due eventi ed i membri del direttivo dell’Associazione per la loro intensa attività, e si è augurato che i messaggi lanciati dai vari relatori ed in particolare quanto prospettato dal Prof. Adriano Ciani, per il turismo sostenibile legato alla Tartuficultura, e  alla proposta del Presidente del CIL Paolo Alessandrini riguardante una Prova Nazionale ENCI, vengano raccolti dalla Amministrazione Comunale di Norcia.