Morto a cento anni il vescovo più anziano d’Italia, l’addio a Monsignor Giovanni Benedetti

Morto a cento anni il vescovo più anziano d’Italia, l’addio a Monsignor Giovanni Benedetti

I funerali nella chiesa della Madonna del Pianto | Fù il vescovo che invitò il ‘mostro di Foligno’ a pentirsi | Il messaggio del sindaco Mismetti

È morto, all’età record di cento anni, il vescovo emerito di Foligno, monsignor Giovanni Benedetti.: la notizia è stata diffusa direttamente dalla Diocesi. Si trattava del vescovo più anziano d’Italia, un primato che lo aveva inserito tra i quattro più anziani al mondo. Il decesso è avvenuto questa mattina nella Casa del Clero, dove da tempo viveva.

Monsignor Giovanni Benedetti, era originario di Spello dove nacque nel lontano 12 marzo 1917, ed ordinato presbitero nel 1940 poi vescovo nel 1975 come ausiliare di Perugia. Trasferito a Foligno nel 1976, vi rimase sino al 1992, gestendo, tra l’altro la delicate vicenda del ‘mostro di Foligno’. Nello stesso anno divenne emerito per raggiunti limiti di età. Fine teologo, è stato una figura molto amata in città, in particolar modo per la sua vicinanza ai giovani.

Le esequie, presiedute dal vescovo di Foligno Gualtiero Sigismondi, si terranno sabato 5 agosto alle 10.30 nella Pro-Cattedrale di Sant’Agostino Santuario della Madonna del Pianto. La camera ardente, nella chiesa del Ss. Salvatore, è aperta da oggi alle 16

“Profondo cordoglio” è stato espresso dal sindaco di Foligno, Nando Mismetti, per la morte del vescovo emerito di Foligno, Giovanni Benedetti. “Nei sedici di anni di guida della diocesi di Foligno è stato apprezzato per la sua costante vicinanza alle persone – ha detto Mismetti – e ha mantenuto questo contatto anche quando è diventato vescovo emerito. Uomo di grande cultura, è stato anche un innovatore per la Chiesa. Mi associo al dolore della diocesi e della comunità folignate per la sua scomparsa”.