Morto all’ospedale di Foligno, 7 indagati

Morto all’ospedale di Foligno, 7 indagati

Giudice dispone incidente probatorio sulla morte di tabaccaio 64enne, al vaglio le responsabilità di alcuni medici del San Giovanni Battista

Morì a 64 anni, forse a causa di una infezione contratta all’ospedale di Foligno. E’ quanto ipotizza la procura della Repubblica di Spoleto (il fascicolo è in mano al pm Vincenzo Ferrigno) che ha indagato 7 medici del San Giovanni Battista per l’accusa di omicidio colposo. Una vicenda tutta da chiarire e per questo sono stati nominati due periti. A riportare la notizia è questa mattina il quotidiano La Nazione.

Secondo quanto ricostruito, il 64enne folignate, il tabaccaio Felice Eutizi, era morto un anno fa, nel novembre 2016, dopo che l’estate precedente era stato ricoverato al San Giovanni Battista per un dolore alla schiena. Secondo quanto ipotizzato da una consulenza tecnica in mano al pm Ferrigno, il decesso fu causato, scrive La Nazione,da una grave insufficienza multiorgano che potrebbe essere stata causata da un’infezione contratta nell’aree ospedaliere“. Per questo il gip del tribunale di Spoleto Federica Fortunati ha disposto un incidente probatorio per accertare le cause della morte del 64enne e le eventuali responsabilità dei medici che lo ebbero in cura. Medici che ora sono stati indagati, come strumento a loro garanzia in questa fase dell’inchiesta, per un’ipotesi tutta da verificare.

Il giudice ha quindi incaricato un medico legale ed un infettivologo di Ancona per ricostruire con esattezza le cause del decesso e le possibili responsabilità del personale dell’ospedale folignate. L’inchiesta ha preso le mosse dalla denuncia dei familiari del tabaccaio, rappresentati dall’avvocato Gennaro Esibizione.

Stampa