Morta la ventisettenne perugina caduta nel parco della Verbanella a Perugia

Morta la ventisettenne perugina caduta nel parco della Verbanella a Perugia

I familiari acconsentono alla donazione di organi dopo la morte cerebrale accertata giovedì


È morta la ventisettenne perugina che giovedì pomeriggio era stata soccorsa dal personale del 118 al Parco della Verbanella dopo una caduta a terra. Lo comunica una nota stampa dell’Azienda ospedaliera di Perugia: la famiglia della giovane ha ottenuto dai familiari l’autorizzazione alla donazione di organi e già nella tarda serata di giovedì il responsabile del Centro Trapianti procederà ad una equipe multidisciplinare per procedere al prelievo di organi in caso di compatibilità dalla consultazione del registro nazionale.

Il consenso al prelievo è arrivato alla fine delle operazioni di accertamento della morte. La giovane aveva riportato una grave emorragia cerebrale dopo una caduta, che in un prima momento era sembrata causata da un malore dovuto a un overdose da sostanza non identificata.

Dopo il primo intervento nella sala emergenza del Pronto Soccorso era stata trasferita nella struttura di Rianimazione dove le condizioni sono peggiorate e dopo la morte cerebrale nel primo pomeriggio di giovedì sono iniziate le procedure di accertamento morte, eseguite dalla Dott.sa Francesca Orfei e dal Dottor Antonio Galzerano.

Stampa