Microcriminalità a Terni, arresti e denunce dei carabinieri

Microcriminalità a Terni, arresti e denunce dei carabinieri

Intensa l’attività dell’Arma per contrastare furti e spaccio nel centro di Terni | In manette 43enne ternano dopo un doppio colpo in poche ore

E’ dall’inizio del mese che la Compagnia Carabinieri di Terni, per contrastare in maniera più efficace il fenomeno della recrudescenza degli episodi di microcriminalità nel centro storico cittadino, su specifica disposizione del Comandante Provinciale Col. Capasso ed in linea con le indicazioni date dal Prefetto a tutte le forze di polizia del capoluogo, ha rafforzato, aumentando il numero delle pattuglie presenti sul territorio, i servizi di prevenzione e repressione gravitanti nell’area in questione.

Gli specifici servizi, svolti sia da militari in divisa della Stazione di Terni e del Nucleo Radiomobile che da personale in borghese dell’Aliquota Operativa della Compagnia, mirati in particolare ad infrenare la commissione dei reati predatori ed in materia di sostanze stupefacenti, si sono concentrati soprattutto nei luoghi di maggior ritrovo dei cittadini quali le strade principali ed i parchi pubblici (piazza Solferino, la passeggiata, via Angeloni …) dando una risposta concreta al fenomeno emergente.

E’ stato tratto in arresto un 20enne del Gambia, regolare sul territorio nazionale ma di fatto nullafacente e senza fissa dimora, che veniva bloccato ai giardini della passeggiata con addosso 25 dosi di marijuana.

Veniva denunciato a piede libero per furto aggravato un 43enne ternano, nullafacente, pluripregiudicato e poi sottoposto alla sorveglianza speciale. L’uomo nello stesso giorno aveva colpito 2 volte in rapida successione: aveva rubato il denaro contante, quasi 1.000 €, dal registratore di cassa di un bar di Corso Tacito e poi si era impossessato della borsa poggiata sul sedile dell’autovettura di una ragazza che, nei pressi, stava scaricando la propria spesa. Con il bancomat della vittima il ladro aveva anche effettuato subito dopo 2 prelievi. Nonostante l’uomo in entrambe le occasioni si fosse preoccupato di coprirsi il volto e la testa con un asciugamano agendo con rapidità, grazie alla preziosa collaborazione delle persone presenti agli eventi ed alla profonda conoscenza dei militari dei soggetti dediti a tali tipi di reati, l’autore del doppio furto veniva rapidamente identificato. Ed a conferma di tale intuizione investigativa, nel corso di una successiva perquisizione domiciliare delegata i Carabinieri sequestravano sia l’asciugamano usato per occultarsi e quindi tentare di sfuggire alle proprie responsabilità che i vestiti da lui indossati il giorno della doppia azione predatoria.

Un 18enne di Stroncone (TR), nel corso di un controllo eseguito sempre all’interno dei giardini della passeggiata, veniva deferito in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio a seguito del sequestro nei suoi confronti di 10 grammi di marijuana che aveva con sé e di altri 50 del medesimo stupefacente rinvenuti nella sua abitazione insieme al materiale per la suddivisione in dosi.

Nel corso dei servizi di questi primi 10 giorni del mese venivano infine segnalati alla locale Prefettura, in qualità di assuntori di sostanze stupefacenti, anche le seguenti 8 persone trovate con le indicate quantità di droghe:
– un 21enne ternano, nullafacente, con 2 gr. di marijuana;
– un 18enne egiziano, clandestino e senza fissa dimora, con 6 gr. di hashish;
– un 19enne egiziano, clandestino, con 12 gr. di marijuana;
– un 27enne albanese, residente a Terni, con 1 gr. di marijuana;
– un 21enne nigeriano, richiedente asilo politico, con 3 gr. di marijuana;
– un 21enne di Stroncone (TR), nullafacente, con 3 gr. di marijuana;
– un 42enne marocchino, pluripregiudicato e residente a Terni, con 6 gr. di hashish;
– un 57enne ternano, pluripregiudicato, 5 gr. di hashish.