Dopo il matrimonio scoppia la rissa tra parenti

Dopo il matrimonio scoppia la rissa tra parenti

All’uscita dal banchetto nuziale si scatenano in urla, insulti e spintoni | Per placare gli animi sono intervenuti i Carabinieri

Altro che giorno più bello della vita, trionfo dell’amore, frasi smielate, baci abbracci e brindisi d’auguri: domenica scorsa, a Trevi il banchetto di matrimonio si è trasformato in una rissa da far west, con una scazzottata, tra parenti, in mezzo alla strada. Qualche bicchiere di troppo, qualche parola fuori posto, magari un pò di fuoco che già covava sotto le ceneri ed ecco che il mix diventa esplosivo alla faccia del ‘volemose bene’. Poche ore dal fatidico ‘sì’ e dall’atteso bacio alla sposa, e si è passati a menar le mani.

Tutto si è svolto nella tranquilla cittadina di Trevi, gioiello medievale incastonato tra gli ulivi umbri, prima il pranzo luculliano, le foto ricordo, i saluti ed ecco che una volta fuori dal noto locale, il clima cambia decisamente: prima gli insulti, poi le urla, quindi spintoni ed ecco scattare la rissa. Una zuffa che ha richiamato l’attenzione non solo degli altri commensali, ma anche di residenti e passanti, sino a che qualcuno non ha ben pensato di chiamare le forze dell’ordine.

La giornata, iniziata con le auto da cerimonia tirate a lucido, è finita con l’arrivo delle pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Foligno. Ci sono infatti voluti i militari per placare gli animi e riportare la situazione sotto controllo. Chi e cosa abbia fatto scattare la scintilla non è ancora ben chiaro, i contorni della vicenda si stanno definendo in queste ore e comunque non si è trattato di nulla di particolarmente grave tanto che non è stato emesso alcun provvedimento da parte dell’Arma.

La storia si è diffusa ben presto in paese sino a rimabalzare sui social network. Ovviamente, se qualcuno vorrà ricorrere alle vie legali è ancora in tempo per presentare eventuali querele. E per fortuna che – in teoria – ci si sposa una volta sola nella vita.

Stampa