M5s Terni, è ufficiale: Thomas De Luca candidato sindaco | Le priorità

M5s Terni, è ufficiale: Thomas De Luca candidato sindaco | Le priorità

Salute, lavoro e lotta alla povertà i 3 obiettivi | “Finalmente il futuro, Terni torna tua” lo slogan elettorale

Thomas De Luca è il candidato sindaco del Movimento 5 stelle alle elezioni amministrative di Terni del 10 giugno 2018. Quella che ormai era praticamente certo da giorni, è stato ufficializzato questa mattina nella sede di via Goldoni. A fare l’annuncio è stata Angelica Trenta, candidata alla guida della città 4 anni fa, affiancata anche da Luca Simonetti, organizer del meetup di Terni. Tra i presenti all’incontro il senatore Stefano Lucidi, la deputata Tiziana Ciprini ed il consigliere regionale Andrea Liberati.

“Finalmente il futuro, Terni torna tua” lo slogan elettorale scelto dai pentastellati e svelato in conferenza stampa. “La scelta del candidato – ha spiegato Angelica Trenta – è stata condivisa da tutti, in questi 4 anni siamo sempre stati in prima linea e coerenti”. Thomas De Luca, 30 anni ancora da compiere, è stato definito dalla collega come una “persona responsabile, combattiva, seria, che ha lottato e creduto in quello che stava facendo, sacrificando anche parte della sua vita privata”.

Durante la conferenza stampa – trasmessa in diretta streaming sulla pagina Facebook del Movimento 5 stelle – De Luca ha fatto il punto sulle azioni portate avanti dal gruppo consiliare in questi anni e sugli obiettivi per il futuro, in alcuni casi a lunghissimo termine.

“Sono stato chiamato a ricoprire il ruolo di candidato sindaco per la prima forza politica della città, il Movimento 5 stelle, e intendo portare avanti questo compito nella piena consapevolezza della enorme responsabilità che ho sulle spalle, ma anche con la piena coscienza della possibilità che abbiamo di poter realizzare nella nostra città tutte quelle cose per cui abbiamo lottato in questi anni”. Ha quindi voluto ringraziare tutte quelle persone che stanno dando l’anima per realizzare questo progetto. “Abbiamo il dovere – ha detto –  di restituire a questa città l’entusiasmo, la voglia di vivere. Dobbiamo farlo ricostruendo un nuovo patto di territorio, incentrato sulla qualità della vita dei ternani. Possiamo farlo riuscendo a dare risposte concrete ai bisogni dei ternani, guardando alle buone pratiche che altrove sono state realizzate”.

“Abbiamo 3 priorità – ha annunciato il candidato sindaco –  che si possa vivere a Terni senza la paura di ammalarsi per il solo fatto di vivere in questa città, che ogni euro speso dall’amministrazione sia finalizzato alla creazione di posti di lavoro e che ogni problema che riguarda la dignità delle persone trovi risposta nel Comune. Salute, lavoro e giustizia sociale: queste sono le nostre priorità. Noi vogliamo dare un segno di discontinuità assoluta sul tema ambientale, mi impegnerò personalmente come sindaco della delega all’ambiente. La prima delibera che faremo come giunta sarà quella di istituire un osservatorio ambiente e salute permanente”. Tra  le proposte pure quella di presentare Terni nel 2030 come “prima green capital dell’Europa mediterranea”.

Attenzione poi anche all’innovazione: “Noi vogliamo che Terni sia una città europea, lo faremo puntando sull’innovazione, sulla connettività e cercheremo di anticipare quei cambiamenti strutturali che stanno avvenendo nel mondo. Noi vogliamo che a Terni si realizzi un polo dell’innovazione: il digital innovation hub Terni 20-30, che sia un luogo di incontro tra la formazione, l’università, l’impresa e la ricerca e che sia un vero e proprio incubatore di imprese per far vita ad una linfa nuova e risollevare il tessuto economico della città”.

Annunciato anche un piano straordinario contro la povertà. “In questo momento è necessario razionalizzare e mettere in rete per dare risposte concrete”. Con il Comune che deve riprendere la governance sul welfare, “che è stato smantellato”.

Sul futuro delle Acciaierie, Thomas De Luca ha parlato della “priorità di capire se noi vogliamo continuare a produrre acciaio per il prossimo secolo; questo è imprescindibile ma con una sostenibilità delle produzioni. Difenderemo l’Ast fino in Europa: servirà serietà ma anche relazioni che non siano soltanto chinare la testa”. 

Faremo una lotta quartiere per quartiere, casa per casa, per dimostrare la validità della nostra proposta” ha evidenziato il candidato sindaco.

Stampa