Lite tra giovani in centro, punta coltellino svizzero alla gola del rivale | Denunciato

Lite tra giovani in centro, punta coltellino svizzero alla gola del rivale | Denunciato

La minaccia con il corpo contundente ha impedito al ragazzo aggredito di muoversi per circa 5 minuti, denunciato anche l’amico che ha tentato di nascondere l’arma all’arrivo dei carabinieri

A pochi giorni di distanza dall’accoltellamento in via Matteotti, che ha visto l’arresto di un giovane di origine nigeriana per lesioni nei confronti della ex, un altro grave fatto di cronaca scuote la città di Gualdo Tadino.

Nei giardini del centro storico, infatti, i carabinieri della locale Stazione sono dovuti intervenire per sedare una furiosa lite tra giovani. In questo caso è stato deferito in stato di libertà un ragazzo gualdese di origine marocchina, con piccoli precedenti, resosi responsabile di violenza privata aggravata e minaccia aggravata nei confronti di un altro giovanissimo gualdese al quale, per futili motivi, ha puntato alla gola un coltellino “svizzero”, impedendogli di muoversi per circa 5 minuti.

I carabinieri, chiamati da alcuni passanti, sono immediatamente intervenuti, hanno bloccato l’aggressore e sequestrato il piccolo oggetto contundente, che nel frattempo era stato occultato nello zaino di un altro ragazzo. Quest’ultimo, anch’esso gualdese di origine marocchina, oltre ad essere stato denunciato per i predetti reati in concorso, è stato anche segnalato alla Prefettura di Perugia poiché trovato in possesso di 1 grammo di hashish che teneva nascosta nel medesimo zaino.