Lancio del Disco, Giovanni Faloci vince a Tarquinia e vola agli Europei di Berlino 2018

Lancio del Disco, Giovanni Faloci vince a Tarquinia e vola agli Europei di Berlino 2018

Il discobolo tifernate trionfa al Trofeo Silvano Simeon con uno splendido 64.19

Giovanni Faloci, discobolo tifernate in forza alle Fiamme Gialle, si è qualificato agli Europei di Berlino 2018. È da qualche gara che la misura indicata come standard d’iscrizione per la gara di lancio del disco, ovvero 63.50, era nell’aria, e il team dell’Atletica Libertas Città di Castello, che da sempre segue Faloci, aspettava solamente la spallata giusta: questa è arrivata ieri (mercoledì 13 giugno), a Tarquinia (Vt), in occasione della seconda prova del Trofeo Silvano Simeon.

In pedana sono scesi i migliori discoboli azzurri per quella che è stata definita una competizione memorabile: ben tre atleti hanno lanciato l’attrezzo oltre la misura minima per la partecipazione agli Europei. Con uno splendido 64.19, realizzato al terzo turno, Faloci si è aggiudicato la gara, seguito dai rivali di sempre, Nazzareno Di Marco (63.62) e Hannes Kirchler (63.55).

Una gara stupenda – ha commentato Falociuna sfida all’ultimo lancio. La misura era nell’aria ormai da tempo e finalmente è arrivata. Ora spero di migliorare ancora prima di Berlino e l’occasione saranno i Giochi del Mediterraneo di fine mese”.

Tanta la soddisfazione degli allenatori dell’Atletica Libertas Città di Castello Lorenzo Campanelli, che segue Giovanni da quando era “bambino”, e Paolo Tanzi, presenti a Tarquinia così come in tutte le gare del discobolo. “Sapevo che poteva essere la gara giusta per Giovanni – ha sottolineato Campanelli – Sempre qui a Tarquinia, 5 anni fa, fece il suo miglior lancio di sempre, 64.77. È stata una gara esaltante: i migliori discoboli si sono sfidati con grinta e passione e, soprattutto, con una sana voglia di volare a Berlino. Ieri, per la prima volta dopo oltre 30 anni, ben 4 atleti nella stessa gara hanno realizzato misure ben sopra i 60 metri. E il nostro Giovanni ha concluso la competizione addirittura primo in classifica. Ora abbiamo un mese e mezzo per concludere al meglio la stagione, a Berlino”.

Gli Europei 2018, che si svolgeranno dal 7 al 14 agosto, non sono il primo impegno di così alto livello per il discobolo tifernate. “Questo per Faloci è il terzo Campionato Europeo assoluto, – ricorda con orgoglio il presidente Ugo Mauro Tanziinoltre Giovanni è sceso in pedana anche in occasione del Mondiale di Mosca. È l’unico atleta cresciuto nell’Atletica Libertas che ha partecipato a gare così importanti. Per noi è sempre una grande soddisfazione che ripaga anni di quotidiano impegno, sia dell’atleta che dell’allenatore”.

A Tarquinia hanno gareggiato altri due atleti lanciatori tifernati ed entrambi hanno migliorato il proprio record personale: il martellista juniores Emiliano Rogliani che lanciato l’attrezzo ad un ottimo 54.77 e la discobola Federica Rosi, anche lei categoria juniores, che ha lanciato il suo disco a 38.21.

Stampa