La Quintana pronta a rifondarsi per le sfide del futuro

La Quintana pronta a rifondarsi per le sfide del futuro

Il presidente Metelli ed il sindaco Mismetti presentano gli Stati Generali di giovedì 23 marzo

La Quintana guarda al futuro ed annuncia un appuntamento storico: gli Stati Generali della manifestazione, in calendario per giovedì 23 marzo all’Auditorium San Domenico. L’evento è stato illustrato questa mattina dal sindaco di Foligno Nando Mismetti; Alessandro Borscia, presidente del consiglio comunale e Domenico Metelli, presidente dell’Ente Giostra della Quintana.

“C’è la volontà – ha detto Borscia – di guardare ad un futuro florido della Quintana con un impegno sempre maggiore”. Per il numero uno di Palazzo Candiotti, si tratta di un segnale che “vogliamo lanciare ed un passo importante che vogliamo fare per chi vorrà dopo di noi e per i ragazzi che amano la Quintana”.  Secondo Metelli “la Quintana deve essere garantita dalle istituzioni. Ed è importante sottolineare che è un patrimonio della città e non bisognerebbe parlarne male. La Quintana – ha ribadito – è un momento di simbiosi con la città”. Metelli ha lanciato un appello alle istituzioni, al mondo economico, della cultura e dell’associazionismo sia locale che regionale affinchè ognuno possa dare il proprio apporto e contributo.

Il sindaco Nando Mismetti, da parte sua, ha messo in rilievo che la “Quintana è accogliente e solidale. La vita dei rioni è un indispensabile momento di socialità tra i giovani e li fa stare insieme. Senza di essa, non ci sarebbe la possibilità di incontro e di relazione. La Quintana ha fatto riscoprire il senso di comunità alla città e a i cittadini, nel corso degli anni. Ha riunificato la città dopo la guerra nel 1946 e dopo il terremoto del 1997, è nata la seconda Quintana, a giugno, proprio per rinascere dopo il sisma”.

All’iniziativa di giovedì 23 interverranno, oltre a Borscia, Mismetti e Metelli, anche il vescovo Monsignor Gualtiero Sigismondi, la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini, il presidente della Camera di Commercio Giorgio Mencaroni, il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno Gaudenzio Bartolini, rappresentanti del Consiglio comunale, Alessio Castellano in rappresentanza dei priori dei rioni, Paolo Della Sega docente all’università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Prima ancora che patrimonio dell’Unesco – ha ribadito Metelli – la Quintana deve essere considerata da tutti un patrimonio cittadino ed è proprio in quest’ottica che i rappresentanti istituzionali saranno chiamati a sottoscrivere impegni concreti.