Terni, scontro sull’inceneritore Acea tra Forza Italia e M5s

Terni, scontro sull’inceneritore Acea tra Forza Italia e M5s

Ferranti: “Dal 1 giugno rifiuti di Roma a Terni” | Il Movimento 5 stelle attiva gli avvocati: “E’ una bufala”

Rifiuti in arrivo dal primo giugno a Terni, provenienti da Roma e diretti all’inceneritore Acea? E’ quanto sostiene il consigliere comunale di Forza Italia Francesco Maria Ferranti, che scatena la replica al vetriolo del Movimento 5 stelle. Un botta e risposta “social” a distanza.

Tutto è nato da un post pubblicato su Facebook dall’esponente forzista: “Dal 1 giugno nell’inceneritore Acea di Terni, parrebbe previsto l’arrivo dei primi camion di rifiuti inviati dalla sindaca 5 stelle di Roma. Credo che qualcuno dovrebbe iniziare vergognarsi!”. Il riferimento chiaro è al Movimento 5 stelle, che qualche settimana fa aveva promosso una conferenza stampa annunciando le azioni in campo, a Terni come a Roma, per lo stop all’inceneritore Acea della città dell’acciaio. E al rischio paventato da Ferranti (su cui al momento non c’è comunque nessuna conferma ufficiale) ha prontamente risposto il M5s, preannunciando anche possibili querele.

Ci troviamo nostro malgrado a dover smentire una nuova bufala a nostro danno. – scrive il Movimento 5 stelle di Terni – Il post pubblico del consigliere comunale di Forza Italia Francesco Maria Ferranti, oltre a riportare notizie FALSE ed INFONDATE, dimostra ancora una volta di non avere la benché minima conoscenza della questione ambientale. L’inceneritore di Terni Acea NON PUÒ bruciare rifiuti solidi urbani e ad oggi non risulta che la Regione PD Umbria abbia dato autorizzazione a tal fine. Il consigliere dovrebbe immediatamente cancellare il post e scusarsi con il Movimento 5 stelle. La questione sarà comunque oggetto di approfondimento con i nostri legali: un conto sono le chiacchiere, un’altra le menzogne, c’è un limite a tutto”.

Stampa