Gualdo Tadino, presentata “Stagione di Prosa  2017-2018” | Novità e programma

Gualdo Tadino, presentata “Stagione di Prosa 2017-2018” | Novità e programma

Quest’anno gli spettacoli si svolgeranno sia al Teatro Don Bosco sia al Teatro Talia ma si comincia a Perugia il 21 novembre con “Il Malato immaginario” di Moliere

E’ stata presentata ieri (mercoledì 8 novembre), nella Sala Giunta del Municipio, la Stagione di Prosa 2017/2018 promossa dal Comune di Gualdo Tadino e dal Teatro Stabile dell’Umbria, con la collaborazione ed il sostegno di ‘Unigualdo’, ‘Educare alla Vita Buona’ e ‘Rotary Club di Gualdo Tadino’.

All’incontro sono intervenuti il sindaco Massimiliano Presciutti, l’assessore alla Cultura Fabio Pasquarelli, la responsabile del Circuito Teatrale del Teatro Stabile dell’Umbria Bianca Maria Ragni, la rappresentante dell’Unigualdo Marcella Viventi, il presidente dell’Associazione Educare alla Vita Buona Umberto Balloni, il Consigliere del Rotary Club di Gualdo Tadino Christian Severini.

La stagione partirà il prossimo 21 novembre e si svolgerà, novità di quest’anno, oltre che nel solito contenitore del Teatro Don Bosco, anche al Teatro Talia. “Presentiamo la nuova Stagione di Prosa – ha sottolineato Pasquarelliche quest’anno avrà delle novità. La prima che gli spettacoli saranno 7 (uno in più dello scorso anno) ed il primo si svolgerà a novembre. La seconda riguarda i contenitori, che saranno due. Oltre al Teatro Don Bosco, i 6 spettacoli che andranno in scena a Gualdo Tadino (più uno a Perugia) si svolgeranno anche al Teatro Talia. Avremo spettacoli di grande qualità, con un’offerta migliorata rispetto al passato, frutto anche di uno sforzo economico fatto”.

Anche quest’anno gli spettacoli proposti a Gualdo Tadino – ha dichiarato il sindaco Presciutti vedranno in scena attori e personaggi di rilievo nel panorama artistico nazionale. Quello della stagione di Prosa è un progetto importante, ogni anno abbiamo cercato di arricchire l’offerta proposta, che è possibile realizzare grazie anche al grande lavoro di Associazioni e volontari che permettono tutto questo”.

Programma

Martedì 21 novembre, ore 21 (Perugia-Teatro Morlacchi): Il Malato Immaginario di Moliere (traduzione Cesare Garboli con Gioele Dix e con Anna Della Rosa, Marco Balbi, Valentina Bartolo, Francesco Brandi, Piero Domenicaccio, Linda Gennari, Pietro Micci, Alessandro Quattro, Francesco Sferrazza Papa; regia Andrée Ruth Shammah; scene e costumi Gian Maurizio Fercioni; musiche Michele Tadini, Paolo Ciarchi, luci Gigi Saccomandi; una produzione Teatro Franco Parenti);

Sabato 2 dicembre, ore 21 (Teatro Talia): Croce e Delizia, signora mia… storia di vita vissuta di Simona Marchini e Claudio Pallottini (di Simona Marchini e Claudio Pallottini con Simona Marchini; una produzione E20);

Martedì 16 gennaio, ore 21 (Teatro Don Bosco): Todi is a Small Town in the Center of Italy scritto e diretto da Liv Ferracchiati (dramaturg Greta Cappelletti con Caroline Baglioni, Michele Balducci, Elisa Gabrielli, Stella Piccioni, Ludovico Röhl; aiuto regia, movimenti scenici e costumi Laura Dondi; scene Lucia Menegazzo; ideazione luci Emiliano Austeri; consulenza illuminotecnica Giacomo Marettelli Priorelli; riprese e montaggio video Brando Currarini e Ilaria Lazzaroni; una produzione Teatro Stabile dell’Umbria);

Venerdì 2 febbraio, ore 21 (Teatro Don Bosco): Uno, Nessuno e Centomila di Luigi Pirandello (con Enrico Lo Verso; adattamento e regia Alessandra Pizzi; una produzione Ergo Sum);

Lunedì 19 febbraio, ore 21 (Teatro Don Bosco): Il Bacio di Ger Thijs (traduzione Enrico Luttmann con Barbara De Rossi e Francesco Branchetti; regia Francesco Branchetti; musiche Pino Cangialosi; scene Alessandra Ricci; costumi Francesco Branchetti; una produzione Ass.Cult. Foxtrot Golf)

Venerdì 9 marzo, ore 21 (Teatro Talia): Gramsci Antonio detto Nino di Francesco Niccolini e Fabrizio Saccomanno (con Fabrizio Saccomanno; collaborazione artistica Fabrizio Pugliese; consulenza scientifica Maria Luisa Righi, Fondazione Gramsci con la collaborazione di: Carcere di Turi (Bari) Festival Collinarea (Lari) L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino I cantieri dell’Immaginario – L’Aquila Thalassia – Residenza Memoria migrante di Mesagne; Premio Della Critica – Palio Ermo Colle 2017; una produzione Ura teatro);

Martedì 20 marzo, ore 21 (Teatro Don Bosco): La Bisbetica Domata di William Shakespeare (traduzione e ad.to di Francesco Niccolini con Dario Cadei, Ippolito Chiarello, Angela De Gaetano, Franco Ferrante, Antonio Guadalupi, Filippo Paolasini, Luca Pastore, Fabio Tinella; regia Tonio De Nitto; musiche Paolo Coletta; scene e realizzazione pittorica Roberta Dori Puddu; scenotecnica costruttiva Luigi Conte; costumi Lapi Lou _ luci Davide Arsenio; una produzione Factory Compagnia Transadriatica).

Quella che andrà in scena a Gualdo Tadino – ha dichiarato Bianca Maria Ragni del Teatro Stabile dell’Umbria – sarà una stagione di Prosa importante con 7 spettacoli di rilievo e ben 5 di questi che saranno in esclusiva. Andare a Teatro è importante perché permette alle persone oltre di usufruire di uno spettacolo culturalmente di qualità anche di potersi incontrare e dialogare tra loro. Ci aspettiamo una bella risposta da parte del pubblico, per questo i prezzi rimarranno invariati rispetto allo scorso anno e ci sarà un’offerta speciale rivolta alle scuole”.

Per condizioni su biglietti, abbonamenti e altre informazioni è possibile rivolgersi a: Ufficio Cultura del Comune di Gualdo Tadino (Tel. 075-9150264 da lun. a ven. dalle 9.30 alle 13.30) e Polo Museale Città di Gualdo Tadino presso Chiesa Monumentale di San Francesco (Corso Italia, Tel. 075-9142445 tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19). Tutte le info anche su www.teatrostabile.umbria.it.