Gualdo Tadino, fioccano truffe e denunce | Anziani le vittime preferite

Gualdo Tadino, fioccano truffe e denunce | Anziani le vittime preferite

I carabinieri della locale Stazione hanno individuato gli autori di ben 4 raggiri, sempre di moda le truffe on line

Continua a pieno ritmo l’azione di contrasto alle truffe, soprattutto online, svolta dai militari della Stazione di Gualdo Tadino. Nelle ultime due settimane sono state ben 6 le denunce dei militari.

Mediaset premium – Le prime due riguardano due persone, un 34enne e una 28enne di Marcianise (CE), i quali a seguito della denuncia sporta da una 70enne gualdese, sono stati identificati come responsabili di una truffa ai suoi danni. La donna, inaspettatamente, si è vista attivata una tessera “mediaset premium” per la quale avrebbe dovuto pagare 190 euro. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di appurare che i due truffatori, in concorso tra loro, avevano attivato l’abbonamento fornendo i dati della gualdese.

Assegno contraffato – Altre due denunce sono state sporte ai danni di due italiani (classe ’53 e ’66), entrambi con precedenti, i quali con artifizi e raggiri si sono fatti consegnare capi di abbigliamento per un valore di circa 3.500 euro da un gualdese che lavora nel settore. I due, abilmente, dopo avere carpito la fiducia della vittima, si sono fatti spedire nella loro boutique, con sede in un piccolo Comune del Fermano, numerosi capi di abbigliamento pagandoli con un assegno risultato contraffatto. I militari, dopo averli identificati e denunciati in stato di libertà, stanno tentando di recuperare la merce.

Incidente al figlio – Denunciato in stato di libertà anche un 44enne napoletano con numerosi precedenti, responsabile della truffa ai danni di un anziano gualdese. Anche in questo caso il malvivente, in modo subdolo, dopo averlo contattato telefonicamente ed aver comunicato un grave incidente occorso a suo figlio, si è presentato alla porta della vittima qualificandosi come collaboratore del Tribunale di Fabriano, facendosi consegnare 3000 euro in contanti. Fortunatamente i carabinieri sono riusciti ad identificare il malfattore che, almeno per i prossimi 3 anni, non potrà rientrare nel Comune di Gualdo Tadino, poiché a suo carico è stato emesso il foglio di via obbligatorio.

PlayStation – L’ultima denuncia in stato di libertà è ai danni di un 28 casertano, il quale ha truffato online un gualdese che aveva tentato l’acquisto di una PlayStation messa in vendita sul portale Subito.it., mai consegnata nonostante il regolare pagamento di 180 euro.

Stampa