Giove, domani si insedia il primo consiglio dei ragazzi

Giove, domani si insedia il primo consiglio dei ragazzi

Domani il primo incontro alla presenza di rappresentanti della dirigenza scolastica, insegnanti ed alunni | Coinvolte scuola elementare e media

Si insedia domani, 6 febbraio alle 15, il primo Consiglio comunale dei ragazzi della storia di Giove. Il nuovo organismo, formatosi lo scorso ottobre, sarà ufficializzato durante un Consiglio comunale appositamente convocato e a cui parteciperanno rappresentanti della dirigenza scolastica, insegnanti ed alunni. Il Consiglio dei ragazzi è stato costituito con le elezioni nelle classi IVª e Vª della scuola primaria e nelle tre classi della secondaria di primo grado.

Gli 11 componenti sono stati eletti fra 30 candidati, alla presenza della responsabile comunale del servizio elettorale, che ha registrato le votazioni. In seguito, nella sala consiliare, sono stati eletti il sindaco, Andrea Mariani, della secondaria, e il vice, Lorenzo Rosati della primaria. Nel corso del Consiglio comunale di domani ogni eletto dichiarerà a quale delega intende dedicarsi tra quelle previste dal regolamento e cioè cultura, sport, scuola, ambiente, sicurezza, aggregazione, tempo libero, informazione e comunicazione, integrazione con gli immigrati ed iniziative per la pace, assistenza a giovani, anziani e persone svantaggiate, rapporti con i giovani dei paesi gemellati, rapporti con l’Unicef e con le associazioni che si occupano dei diritti dell’infanzia.

“È con grande soddisfazione – commentano il sindaco Alvaro Parca e il vicesindaco con delega alla scuola, Elisabetta Pevarello – che diamo ufficialmente il via all’attività di questo nuovo organismo attuato in sinergia con le istituzioni scolastiche. L’obiettivo è educare i ragazzi alla rappresentanza democratica facendo vivere loro una concreta esperienza di cittadinanza attiva e dando voce alle loro esigenze. Un grazie particolare – concludono sindaco e vice – va agli insegnanti che hanno lavorato per la realizzazione del progetto e ai ragazzi che con tanto entusiasmo si sono messi in gioco”.

Stampa