Il Generale di Brigata Massimiliano Della Gala è il nuovo Comandante della Legione Umbria

Il Generale di Brigata Massimiliano Della Gala è il nuovo Comandante della Legione Umbria

Cambio al vertice, dopo 41 anni Il Generale di Divisione Francesco Benedetto lascia il servizio

Cambio al vertice alla Legione Carabinieri “Umbria”. Il Generale di Brigata Massimiliano Della Gala subentra al Generale di Divisione Francesco Benedetto, che lascerà il servizio attivo dopo 41 anni trascorsi nell’Arma.

La cerimonia per il passaggio di consegne è avvenuta oggi, all’interno della caserma di Corso Cavour alla presenza del Comandante Interregionale dei Carabinieri “Podgora”, Generale di Corpo d’Armata Ilio Cicerio. Massimiliano Della Gala, 52 anni, è nato ad Aversa, in provincia di Caserta e proviene dal Comando Generale dell’Arma, ove ricopriva l’incarico di Capo Ufficio Condizione Generale del Personale. Ha iniziato la carriera militare nel 1983, frequentando il 165° Corso dell’Accademia Militare di Modena. Al termine del percorso formativo, ha prestato servizio alla Scuola Allievi Carabinieri di Roma e al Nucleo Radiomobile della Capitale quale comandante di sezione Autoradio e Motociclisti.

Da Capitano – dal 1990 al 2000 – ha comandato le Compagnie di Siena, Gaeta e Lecce. Dopo la frequenza dell’Istituto di Stato Maggiore Interforze è stato assegnato all’Ufficio per il  Coordinamento e Pianificazione delle Forze di polizia del Ministero dell’Interno e dal 2004 al Comando Generale dell’Arma, prima quale Capo Sezione Operazioni e poi come Capo Ufficio Assistenza e Benessere del Personale. Dal 2012 al 2014 ha svolto l’incarico di comandante provinciale dei Carabinieri di Livorno. Dal 2014 al 2016 è stato il Capo di Stato Maggiore della Legione Carabinieri “Lazio” A Perugia, tra il novembre 1999 ed il febbraio 2000, è stato ospite della Scuola di Lingue Estere, ove ha perfezionato la conoscenza della Lingua Inglese. È sposato e padre di un figlio venticinquenne.

Il Generale di Divisione Francesco Benedetto, sposato e padre di due figli, ha lasciato oggi il Comando della Legione CC Umbria per raggiunti limiti di età. Era stato in precedenza  a Roma come  Presidente della Commissione sulla Condizione Generale del Personale dell’Arma e Comandante del Reparto Carabinieri della Presidenza della Repubblica e dei Carabinieri del Senato della Repubblica. Durante la sua lunga e prestigiosa carriera l’alto ufficiale  ha ricoperto l’incarico di Comandante Provinciale dei Carabinieri di Firenze e Lecce, di Capo Ufficio Infrastrutture del Comando Generale dell’Arma, di Capo Ufficio Personale del Comando Unità Mobili e Specializzate “Palidoro”, di Comandante della Compagnia Carabinieri di La Spezia, nonché di Comandante di Compagnia e Plotone presso le Scuole Sottufficiali di Firenze e Velletri.