Festa dei Ceri, “Via ch’eccoli!” | Gubbio pronta al giorno più lungo dell’anno

Festa dei Ceri, “Via ch’eccoli!” | Gubbio pronta al giorno più lungo dell’anno

Piazza Grande aspetta l’Alzata, alle 18 parte la “folle corsa”

La grande attesa è finita. Il giorno dell’anno più atteso da tutti gli eugubini è arrivato. La città è pronta a rendere omaggio al patrono Sant’Ubaldo rinnovando con la solita adrenalina, emozione e (giusta) tensione, una tradizione millenaria. Una marea di colori si appresta a “dipingere” di nuova luce Piazza Grande, luogo dove intorno alle 12 avverrà l’Alzata dei tre Ceri, quest’anno guidati dai Capodieci Roberto Guidarelli (Sant’Ubaldo), Pietro Tognoloni (San Giorgio) e Saverio Borgogni (Sant’Antonio).

La “folle corsa”, che partirà poi alle 18, culminerà con la significativa ascesa al Monte Ingino e precisamente alla Basilica del Patrono, dove i Ceri rimarranno poi custoditi fino alla prima domenica di maggio dell’anno successivo. In serata a Gubbio esploderà la festa con canti e balli in tutte le vie e le taverne fino alle prime ore del mattino successivo.

Per questa edizione è stata riaperta al traffico anche la “vessata” via Perugina tra l’incrocio con il Mausoleo e viale Don Minzoni, per dare più respiro all’afflusso di persone che riempiranno il centro storico. Per evitare ulteriori fatti di cronaca e vivere in sicurezza la festa, l’amministrazione ha anche stilato un vademecum con i comportamenti più “consoni” da tenere, tra cui spiccano il divieto di acquistare alcol e, soprattutto, di salire sul muretto di Piazza Grande.

Leggi anche:

Rete 4 racconterà la Festa dei Ceri, troupe de “I viaggi del cuore” a Gubbio

Annullo postale speciale per la Festa dei Ceri 2017

Lingua d’asfalto tra mura urbiche, infuria la polemica | Stirati “Intervento provvisorio”