Fatti del 2016, l’incubo del terremoto e l’abbraccio del Papa

Fatti del 2016, l’incubo del terremoto e l’abbraccio del Papa

Mese per mese ripercorriamo l’anno che si chiude attraverso le pagine di Tuttoggi.info

Ripercorriamo insieme i fatti più significativi di questo 2016 che l’Umbria non potrà dimenticare per l’incubo del sisma e per la ferita al volto che il terremoto ha inferto a questa regione. Ma insieme e tanto dolore, lo ricorderemo per la forza dei suoi abitanti e per l’affetto ricevuto dal mondo. E una vicinanza alla nostra terra, quella di Papa Francesco che forse non ha precedenti. Di seguito, attraverso i mesi, vi proponiamo un viaggio a ritroso tra i vari colori della cronaca attraverso le notizie più lette su Tuttoggi.info.

Gennaio. Non sono ancora finite le festività del nuovo anno quando la follia va in scena sulle strade. Il 7 gennaio un 41enne marchigiano, trova la morte dopo aver provocato una serie di incidenti lungo la ss 76.  Ma il 2016 è stato anche l’anno del ritorno dell’Umbria nelle Fiction. Sono arrivati da tutta Italia, fin anche da Aosta, e perfino da Malta a Spoleto per partecipare alla cena con gli attori e una parte della troupe di Don Matteo 10, la fortunata fiction di Rai Uno in onda in prima serata il giovedì e con protagonista Terence Hill. Si è concluso con un tremendo omicidio il primo mese 2016. Un padre di 58 anni, Maurilio Palmerini, ha ucciso a coltellate i suoi due figli Hubert di 13 anni e Giulia di 8 per poi gettarsi nel pozzo della loro casa di Vaiano, una manciata di case che si affacciano sul lago di Chiusi a Castiglione del Lago, la sensazione di sgomento è stata pazzesca. Una tragedia della povertà, è stata definita. Una povertà non solo economica ma, a quanto emerge, anche nella carenza di quella rete del sociale che non ha retto sotto il peso dei gravi problemi psicologici di un uomo gravato dalla depressione.

Febbraio. Il perugino Fausto Minelli pilota il volo del viaggio apostolico del Papa in Messico.  E Perugia torna in tv con la fiction dedicata a Luisa Spagnoli.  Ed è anche il mese in cui il famosissimo Dj Ralf, spiega la musica elettronica ai ragazzi del Galilei. La cronaca racconta una maxi operazione congiunta di Polizia e Carabinieri a Foligno che ha portato all’emissione di 31 provvedimenti restrittivi  per gli affari sporchi di un’agenzia che favoriva infatti l’immigrazione clandestina. 

Marzo. Il presidente Sergio Mattarella visita il residence Chianelli . A pochi metri di distanza una mamma vince la sua sfida più grande: colpita al collo da un proiettile vagante all’età di due anni in provincia di Salerno (un fatto di cronaca che all’epoca commosse l’Italia) che la costrinse a vivere su una sedia a rotelle, ora Francesca ha 33 anni ed è diventata mamma all’ospedale di Perugia.  Tra i fatti più dolorosi la morte di Leonardo, il bambino di 12 anni che si è accasciato a scuola senza più riprendere i sensi, ha lasciato un dolore incolmabile nella comunità di Città della Pieve.

Aprile. Il 5 aprile un carabiniere in borghese è stato aggredito a colpi di spranga, in pieno centro storico a Foligno. E una bambina di 12 anni è stata investita e scaraventata a terra ad Umbertide mentre, insieme ad alcune amiche, stava attraversando piazza Carlo Marx in direzione delle scuole medie Mavarelli-Pascoli.

Maggio. E sempre violenza: Uno scambio di parole sgarbate fra alunni durante una normale lezione che, in pochi minuti, si è trasformato in una vera e propria rissa fuori controllo. E’ successo all’Istituto alberghiero Cavallotti di Città di Castello, dove un battibecco ha scatenato una sequela di reazioni incontrollate, che hanno persino portato ad almeno 5 feriti, di cui 4 alunni e un docente.  Mentre a Castiglione del Lago una giornata da incubo è quella in cui un uomo armato resta per ore nella zona del lungolago.  Il corpo di Danielle Claudine Chatelain, la “svizzera” come la chiamavano nel quartiere di via Oberdan, viene trovato senza vita in  un pozza di sangue. Adesso è in carcere con l’accusa di omicidio come conseguenza di percosse Renata Kette, 53enne originaria dell’Albania, compagna della figlia defunta della vittima.

Giugno. E’ il mese delle elezioni amministrative e si rinnovano i sindaci in diverse città dell’Umbria.  Ma è anche il mese in cui avviene il singolare ritrovamento di una testa di squalo a Terni. E a Perugia va in scena la rievocazione di Perugia1416, tanto dibattuta e al centro del botta e risposta tra la giunta comunale ed i suoi “detrattori”.  E’ anche il mese in cui prende sempre più corpo l’inchiesta sulle ceneri e rifiuti in Valnestore. Arrivano i primi campionamenti Arpa ed la magistratura ha aperto un fascicolo procedendo al sequestro preventivo di centinaia di ettari di terreno. Mentre a Foligno Vittorio Sgarbi bolla la Quinta come “comunista”.

Luglio. Torna l’estate, tornano i “rave”. Stavolta il popolo dei “free tekno” in Umbria ha scelto le verdi colline dello spoletino. Zona di Terzo San Severo. E arriva anche l’attesa inaugurazione della Quadrilatero, il presidente (allora) del Consiglio Matteo Renzi annuncia la sua presenza al taglio del nastro. In Alto Tevere si consuma un tremendo omicidio, quello di Katia dell’Omarino che porterà nei mesi successivi all’arresto di un giovane Piter Polverini, tuttoggi in carcere. Ed è anche il mese in cui ci lascia l’orvietana artista Anna Marchesini. 

Agosto.Il Papa arriva ad Assisi il 4 agostoIl 24 agosto torna l’incubo del terremoto. Alle 3.36 Amatrice ed Accumuli vengono rasi al suolo. Anche l’Umbria è in lutto, non si registrano danni ma si piangono molte vittime. La coppia di Orvieto Matteo Gianlorenzi e Barbara Marinelli, Marco Santarelli di Castiglione del Lago, Floriana Svizzeretto di Narni e la famiglia Sangeni cin uniche superstiti due bambine di 10 e 12 anni , figlie di Gabriella e Mauro Marincioni  e nipoti di Adriano e Artemia, genitori di Gabriella.

Settembre. Il tema centrale è sempre il terremoto. Che non lascia tregua con continue scosse. E inizia la conta dei danni e prendono il via gli interventi.  In questo clima sono due le notizie curiose che attirano comunque l’attenzione: L‘orso che spunta a Spoleto ed un uomo che corre nudo per strada a Perugia. 

Ottobre. E’ una domenica mattina, quella del 30 ottobre quando alle 7.40 arriva la scossa da 6.5 gradi. Arrivano immagini della devastazione a Norcia. Crolla San Benedetto e ci sono feriti a Norcia e Cascia. E’ la più grossa ferita del 2016.   Da citare anche due altre notizie che destano molto interesse, la prima è quella della voragine di Terni (in viale Brin) e del blitz dei carabinieri nella casa della droga a Castiglione del Lago.

Novembre. “Il terremoto che sta sconvolgendo l’Italia centrale non è anomalo”. Parola della professoressa Maria Beatrice Magnani – tra i nomi più illustri che l’Italia può vantare nel campo delle Scienze della terra – che ha accettato di spiegare a Tuttoggi.info l’evento sismico che da più di due mesi interessa drammaticamente le regioni di Lazio, Marche e Umbria. E in Umbria arriva un altro terremoto, quello del sistema rifiuti. Arriva l’arresto del “dominus” di Gesenu. Travolta da una nuova inchiesta coordinata dalla direzione distrettuale antimafia, sull’azienda gestore dei rifiuti pesano come macigni le ipotesi di reato di gestione illecita dei rifiuti, associazione a delinquere e truffa ai danni degli Enti e dei cittadini. Denominata “Spazzatura Connection”, l’operazione della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato ha portato anche all’esecuzione dell’arresto di Giuseppe Sassaroli, direttore della partecipata che si occupa di gestione e smaltimento di rifiuti a Perugia e in altri Comuni dell’Umbria.

Dicembre. Riapre il centro storico di Norcia. Un albero di Natale enorme, tagliato dalla zona del mattatoio di Norcia, ed un presepe realizzato utilizzando le pietre della basilica di San Benedetto crollata: è ciò che viene allestito ad Assisi in occasione delle festività natalizie. E due fatti gravissimi di cronaca chiudono l’anno. Una ragazza di 24 anni è rimasta gravemente ferita  mentre era intenta a maneggiare una bomba all’interno dello stabilimento militare di Baiano mentre un tragico incidente si è verificato sulla Terni – Rieti il 27 dicembre con un bilancio drammatico, hanno perso la vita un 16enne ed un uomo di 52 anni.