Donazione organi, a Todi crescono le adesioni grazie alla carta d’identità

Donazione organi, a Todi crescono le adesioni grazie alla carta d’identità

Da giugno 2015 ad oggi raccolte 294 dichiarazioni di volontà al progetto “Una scelta in Comune”

Sono soddisfacenti i dati del Comune di Todi relativi al progetto “Una scelta in Comune”, promosso dalla Regione Umbria – Direzione Salute, in collaborazione con Federsanità Nazionale, Federsanità Anci Umbria, Centro Nazionale Trapianti e Centro Regionale Trapianti, che dà la possibilità ai cittadini residenti maggiorenni di esprimersi sulla donazione di organi e tessuti al momento del rilascio o del rinnovo della carta di identità.

Dopo aver aderito al progetto, attivato nel giugno 2015, ad oggi sono 294 le dichiarazioni di volontà registrate dall’Ufficio Anagrafe comunale con una tendenza in aumento che dimostra l’attenzione dei cittadini nei confronti delle donazioni: 74 le adesioni ricevute nel 2015, 211 nel 2016 cui si aggiungono le 9 raccolte nei primi giorni del 2017.

“Il Comune di Todi – ricorda l’Assessora ai Servizi Sociali Catia Massetti – ha risposto prontamente alla richiesta di attivazione del progetto e, dopo le fasi preliminari amministrative e di formazione del personale e di attivazione del sistema informatico, dal giugno 2015 è possibile esprimere la volontà della donazione degli organi presso l’Ufficio Anagrafe, che poi provvede ad inviare la comunicazione, in via telematica, al Centro Nazionale Trapianti. I risultati ottenuti in questo periodo sono importanti, e denotano come l’Ufficio Anagrafe del Comune di Todi, attraverso i suoi dipendenti, abbia svolto il suo compito in maniera professionale, informando i cittadini della possibilità di esprime la volontà alla donazione degli organi. Con l’adesione al progetto ‘Una scelta in Comune’ – continua l’Assessora – l’Amministrazione comunale ha consentito ad ogni cittadino maggiorenne di effettuare una scelta responsabile ed altruista. Donare i propri organi, infatti, permette di salvare vite umane in casi in cui non è efficace alcuna altra terapia. L’auspicio è che i tuderti approfittino di questa opportunità per comunicare la propria scelta attraverso la firma di un semplice modulo”.