Dieci milioni di euro a servizio del territorio dal Gal Valle Umbra e Sibillini

Dieci milioni di euro a servizio del territorio dal Gal Valle Umbra e Sibillini

Risorse per ambiente, cultura, turismo, prodotti tipici, agricoli, enogastronomici ed artigianali, ora per il sociale | Intervista la presidente Gianpiero Fusaro

Ci sono grandi risorse e strategiche occasioni, per l’intero territorio del Folignate, dello Spoletino e della Valnerina, specialmente in questa fase di rilancio a seguito del terremoto che ha colpito il centro Italia. E così, mentre le casse pubbliche sono allo stremo, gli enti privati stringono i cordoni, ecco che spuntano nuovi ed interessanti margini di manovra, grazie al Gal Valle Umbra e Sibillini, la cui sigla sta per gruppo di azione locale, organismo territoriale voluto dall’Europa per le zone decentrate, che altrimenti resterebbero fuori dai grandi flussi progettuali e di finanziamenti.

Il Gal Valle Umbra e Sibillini si occupa di ambiente e cultura, turismo e promozione dei prodotti tipici agroalimentari, ittici, agricoli, enogastronomici ed artigianali, ma anche del sociale. Alle risorse europee si aggiungono infatti, anche i fondi stanziati dal Governo per le aree interne, il che consente al Gal di amministrare risorse per un totale di oltre dieci milioni di euro. Possono accedere ai finanziamenti le amministrazioni comunali, gli enti pubblici singoli o associati, le fondazioni e le associazioni non a scopo di luco che svolgono attività economiche, ed i partenariati tra soggetti pubblici e privati dotati di personalità giuridica.

Il neo riconfermato presidente Gianpiero Fusaro ha in mente grandi progetti, in particolar modo su forme alternative di turismo eco sostenibile, eventi culturali di richiamo internazionale e valorizzazione dei prodotti della Valle Umbra e Valnerina. Ecco alcuni bandi di prossima pubblicazione: selezione del responsabile amministrativo; bando pubblico per il progetto ‘Due Valli, in territorio’; servizi socio assistenziali e di cura, ricreativo, ludico, psicomotorio; rinnovamento e infrastrutture ricreative, turistiche su piccola scala.

“In questi anni abbiamo lavorato molto, e soprattutto – tiene a sottolineare Gianpiero Fusaro – in grande sintonia e sinergia. Ora dobbiamo comunicare ed informare meglio, per far conoscere questa realtà – spiega – anche perché il Gal Valle Umbra e Sibillini è un valore aggiunto sia per creare nuove occasioni di sviluppo del territorio, che per migliorare e rilanciare quanto già fatto. Vogliamo spronare il pubblico ed il privato – aggiunge – e stimolare la programmazione integrata tra pubblico e privato. Se ci giochiamo bene queste carte, il Gal sarà un asso vincente per questa fetta dell’Umbria”.

Gli uffici sono in via Rinaldi in pieno centro storico, per tutte le informazioni è a disposizione il sito ufficiale.