A Diamante Nero la frittata al tartufo da record con la Gregoraci e Conticini | Maxiphotogallery

A Diamante Nero la frittata al tartufo da record con la Gregoraci e Conticini | Maxiphotogallery

Edizione da record per la ricchezza del programma e il numero di presenze | Il video della realizzazione della frittata

Grande partecipazione alla dodicesima edizione de Il Diamante Nero, che ha attirato a Scheggino ieri e oggi migliaia di curiosi e famiglie. Il programma, ricco e variegato, ha proposto musica, spettacoli, mostre d’arte, animazione per bambini e un momento di approfondimento sul tartufo e la tartuficoltura con la presentazione del libro di Domenico Manna intitolato “Il tartufo e la Tartuficoltura Italiana”, presentato da una brillante introduzione del Dott. Mario Palenzona, direttore dell’IPLA di Torino, uno dei massimi  studiosi di tartuficoltura al mondo.

Anche quest’anno, nel primo pomeriggio di domenica,  si è rinnovata l’attesa tradizione della frittata al tartufo da record, realizzata dallo Chef Fabio Ferretti e dai volontari schegginesi con circa 2.500 uova e 65 kg di tartufi. Tanti gli ospiti presenti oggi a Scheggino: a tenere a battesimo la frittatona sono stati Elisabetta Gregoraci e Paolo Conticini. Ma a dare il loro contributo per la realizzazione della frittata da guinness sono stati anche la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini e la vicepresidente della Camera dei deputati Marina Sereni.

IL VIDEO DELLA REALIZZAZIONE DELLA FRITTATA

Nel piccolo borgo lungo le sponde del Nera oggi sono arrivati anche il sottosegretario agli Interni Gianpiero Bocci, la presidente del Consiglio regionale Donatella Porzi, l’assessore regionale Luca Barberini, vari consiglieri regionali, i rappresentanti delle amministrazioni comunali del territorio e le autorità militari.

“Anche quest’anno Il Diamante Nero è pienamente riuscito – è stato il commento del Sindaco di Scheggino, Paola Agabiti tanti  sono stati i visitatori: è stato bello vedere nella giornata di ieri il paese pieno di famiglie, grazie alle iniziative organizzate per i più piccoli, ed oggi di curiosi e turisti. Ormai la nostra è un’iniziativa consolidata che richiama ogni anno un grande pubblico”.

Dal Comune di Scheggino arriva un ringraziamento alla Pro loco, a Massimo Zamponi ed ai tanti volontari che hanno collaborato all’evento.

diamante_nero_2017-98

La Presidente Marini con il sindaco Agabiti Urbani

Un plauso a Il Diamante Nero è arrivato anche dalla Presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini. “Quella di oggi è una bella giornata, – ha commentato – Scheggino è piena di persone e di turisti. Il Diamante Nero si conferma una grande manifestazione di valorizzazione del tartufo ma anche del nostro territorio e poi dà il segno, con questa presenza così numerosa, della ripartenza di tutta la Valnerina, della voglia di tornare a vivere in questi luoghi anche da parte dei turisti e dei visitatori oltre che dei cittadini. I primi dati che noi abbiamo anche per le prenotazioni turistiche per la Pasqua – ha aggiunto la governatrice – sono positive e quindi noi dobbiamo continuare ad investire e speriamo che torni rapidamente questo clima di fiducia nei confronti della nostra regione”.

Tante sono state le iniziative promosse durante i due giorni della manifestazione, che è iniziata venerdì con un’anteprima all’insegna della beneficenza: la cena al buio promossa dall’Avis a favore dell’Unione ipovedenti.  Grande successo hanno ottenuto le esibizioni musicali, le mostre d’arte, gli intrattenimenti di ogni tipo per bambini e le degustazioni di prodotti tipici. Importante anche il connubio tra Scheggino e la Cora dei Vaporetti di Spoleto, che quest’anno avrà appunto un epilogo importante nel bellissimo borgo in Valnerina: alcuni dei vaporetti della passata edizione della corsa e quello utilizzato da Terence Hill nella puntata di Don Matteo hanno fatto bella mostra di sé nella piazza Carlo Urbani, attirando l’attenzione anche della madrina della kermesse Elisabetta Gregoraci.

Ma questa edizione de Il Diamante Nero è stata anche un’occasione per offrire una vetrina alle aziende provenienti dai comuni dell’Alta Valnerina colpiti dal terremoto. Un importante segnale di ripartenza per tutto il territorio.

SCORRI PIU’ IN BASSO PER LE FOTO

Stampa