Cultura, 2 milioni di euro per Narni e Acquasparta dalla Regione

Cultura, 2 milioni di euro per Narni e Acquasparta dalla Regione

Fondi riservati alla conservazione dei beni culturali delle cittadine

Sono Narni e Acquasparta i comuni del ternano che usufruiranno dei finanziamenti stanziati dalla Regione dell’Umbria per il recupero, la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica. Lo ha reso noto ieri l’assessore regionale alla cultura, Fernanda Cecchini, illustrando il pacchetto di interventi da 14 milioni di euro approvato dalla giunta regionale per il programma regionale dell’Azione 5.2.1 del Por Fesr Umbria 2014- 2020.

La Regione ha riservato 1 milione a testa per Narni ed Acquasparta. A Narni i fondi saranno destinati al recupero del piccolo teatro di palazzo, conservato all’interno di Palazzo del Podestà, sede del Comune, e per il quale già in passato era stato eseguito un primo intervento di riqualificazione e conservazione.  I fondi regionali serviranno soprattutto per i lavori di recupero funzionale e allestimento dell’antico sito culturale. Per quanto riguarda Acquasparta i fondi saranno destinati al completamento delle opere di restauro e valorizzazione del complesso monumentale di Palazzo Cesi.