Corsa all’Anello, tre cavalli non idonei per la gara

Corsa all’Anello, tre cavalli non idonei per la gara

Sabato scorso sono state effettuate dalla commissione veterinaria le visite nelle scuderie di Mezule, Fraporta e Santa Maria

Sabato 7 aprile la commissione veterinaria presieduta dal dott. Giammario Corsalini, ha sottoposto alle visite i cavalli presentati dalle scuderie dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria in vista della Corsa all’Anello che si terrà allo stadio San Girolamo domenica 13 maggio. Dei 19 cavalli visitati nelle scuderie, 16 sono risultati idonei e potranno regolarmente disputare la gara equestre, mentre tre, uno per Mezule, uno per Fraporta e uno per Santa Maria sono stati dichiarati non idonei. Ogni terziere sceglierà poi tra i cavalli risultati idonei i tre titolari che parteciperanno alla corsa ed il cavallo di riserva.

Il terziere Mezule ha presentato alla visita 6 cavalli, di cui solo 5 sono risultati risultati idonei, Fraporta ha presentato 6 cavalli, di cui ugualmente solo 5 idonei ed infine Santa Maria ha presentato 7 cavalli, di cui solo 6 idonei . Quest’anno ogni terziere ha avuto la possibilità di presentare alla visita un massimo di 7 cavalli. 

“E’ sempre più difficile – hanno spiegato i responsabili della segreteria tecnica dell’Ente Corsa all’Anello Filippo Miliacca e Marco Carlinipresentare cavalli perfettamente idonei alla corsa, in relazione alle rigide restrizioni del decreto Martini. Nonostante ciò le scuderie dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria hanno presentato dei cavalli in buone condizioni e pronti per la gara. Non possiamo fare altro che ringraziare gli staff delle tre scuderie per la cura che riservano ai cavalli, tenuti bene sia dal punto di vista atletico che da quello nutrizionale”.

[foto di repertorio]

Stampa