Corsa all’Anello Narni, presentata la 50° edizione – Il programma

Corsa all’Anello Narni, presentata la 50° edizione – Il programma

Tre madrine e oltre 100 eventi per la Narni medioevale

Su il sipario sulla 50esima edizione della Corsa all’Anello che inizierà martedì 24 aprile con la lettura del bando e l’apertura delle osterie e si concluderà domenica 13 maggio con la gara equestre al San Girolamo. L’edizione 2018, che presenterà un cartellone ricco di eventi, oltre 100, è stata presentata ieri a Palazzo dei Priori alla presenza del sindaco di Narni Francesco De Rebotti, del vice presidente della Regione Umbria Fabio Paparelli, dell’assessore comunale alla Corsa all’Anello Silvia Bernardini e di Carlo Capotosti e Federico Montesi, rispettivamente segretario generale e responsabile della segreteria delle pubbliche relazioni dell’Ente Corsa all’Anello.

“Siamo qui a presentare – ha affermato Paparelli –  il programma della Corsa all’Anello giunta al traguardo della 50ma edizione. Un traguardo di cui vorrei sottolineare l’importanza e che sta a significare il grande lavoro che è stato compiuto e che ancora continua da parte di tutti i numerosi volontari che contribuiscono ogni anno alla riuscita di tutti i numerosi eventi previsti. La città di Narni in questi giorni si prepara per mostrarsi al meglio alle migliaia di turisti che arrivano ogni anno a vivere l’emozione del Medioevo narnese”.

“Anche quest’anno – ha aggiunto il sindaco Francesco De Rebottila Corsa all’Anello aprirà la stagione primaverile ed estiva degli eventi in Umbria. L’importanza del traguardo raggiunto dà ancora più valore alla nostra festa che oggi più che mai guarda al futuro. Vorrei ringraziare tutti coloro che lavorano per la buona riuscita della manifestazione e che anche quest’anno daranno vita ad una serie di appuntamenti che renderanno la nostra città ancora più attrattiva”.

“Quest’anno – ha spiegato l’assessore Bernardini abbiamo messo in campo un piano di sicurezza ben strutturato. Ci hanno fatto i complimenti e sappiamo che verrà preso come esempio da altre manifestazioni in Umbria. Questo ci riempie d’orgoglio, perché abbiamo messo in piedi una macchina davvero ambiziosa, fatta di professionisti ma anche di volontari formati proprio in questo ambito. Ci impegneremo al massimo, perché tutto funzioni alla perfezione”.

PROGRAMMA –  Il programma è stato presentato da Carlo Capotosti e Federico Montesi che hanno messo in luce tutti gli eventi della 50esima edizione, molti dei quali celebrativi, visto l’importante traguardo raggiunto.

Molto spazio verrà dato come ogni anno agli eventi della tradizione. Le manifestazioni, che inizieranno il 24 aprile con la lettura del bando che secondo gli antichi statuti sanciva l’inizio della sfida tra Mezule, Fraporta e Santa Maria, saranno molteplici e variegate e creeranno un favoloso connubio tra tradizione ed innovazione. Per citare le manifestazioni della tradizione, si potrà quindi partecipare al mercato medievale (25, 28, 29 aprile,1, 5 e 6 maggio), le giornate medievali (Mezule il 29 aprile, Fraporta il 30 aprile, Santa Maria l’1 maggio), l’offerta dei ceri e la liberazione del prigioniero in Cattedrale (2 maggio), la messa solenne, la processione in onore di San Giovenale e la corsa storica (3 maggio), le suggestive cerimonie di investitura dei cavalieri (Fraporta 9, Santa Maria 10, Mezule 11 maggio) che faranno da preludio al clou della festa con il corteo storico (12 maggio) al quale parteciperà il campione di scherma Alessio Foconi, e la Corsa all’Anello (13 maggio) che vedrà battersi i cavalieri dei tre terzieri in una gara davvero al massimo dell’agonismo. Alla tradizione ed alle attese esibizioni dei gruppi storici dei terzieri, si sommeranno molti altri eventi che spazieranno dalla cultura all’enogastronomia, passando per gli spettacoli degli artisti di strada, presentazioni di libri, danze medievali, concerti e battesimi di terziere.

MOSTRE E SPETTACOLI – Grande spazio verrà dato alle mostre ed agli spettacoli. Per quanto riguarda le mostre da segnalare “50 anni di emozioni…” a cura dell’Ente Corsa all’Anello, che racconterà attraverso emozionanti immagini la festa, le esposizioni sempre dedicate alla 50esima edizione dei terzieri di Mezule e Fraporta, Tracce e La forma dell’infinito a cura di Giampiero Malgioglio. Una particolare menzione fa fatta per il Bravio 2018, disegnato dall’artista narnese Barbara Lunetti ed alla pubblicazione “50 anni della Corsa all’Anello”. Per quanto riguarda gli spettacoli la punta di diamante sarà lo spettacolo che il 5 maggio alle 22 verrà messo in scena con trampoli, maschere e fuochi d’artificio dalla Compagnia Piccolo Nuovo Teatro “Zoè, lo stretto rapporto tra l’uomo e la natura raccontato attraverso i miti greci e la tradizione rinascimentale”. Da segnalare anche l’evento “Narnia ab origine: da Nequinum a Narnia, dagli Umbri al Rinascimento”, visita guidata teatralizzata per le vie della città che domenica 6 maggio ricostruirà la storia di Narni.

GLORIE DI 50 EDIZIONI – Il programma presenterà una serie di eventi celebrativi. Primo tra tutti, quello di sabato 28 aprile, quando alle 16 allo stadio San Girolamo si terrà l’evento “Glorie di 50 edizioni”, spettacolo equestre a cura della segreteria tecnica dell’Ente Corsa all’Anello. Sfileranno al Campo de li Giochi tutti i cavalieri che nelle 50 edizioni hanno disputato la Corsa all’Anello, che verranno premiati in una cerimonia di grande suggestione. Alle 10.30 ci sarà l’incontro dei partecipanti nella sala consiliare del Comune di Narni. Qui il sindaco Francesco De Rebotti ed i segretari dell’Ente Corsa all’Anello saluteranno i fantini, ai quali verrà data la possibilità di raccontare aneddoti o fatti accaduti durante la loro militanza nei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria. Dopo il pranzo, alle 16 inizierà l’evento allo stadio San Girolamo. Sulla pista in sabbia del Campo de li Giochi si terrà la parata dei cavalieri giostranti dal 1969 al 2017, seguita dall’esibizione della Fanfara a cavallo della Polizia di Stato. Il sindaco Francesco De Rebotti premierà tutti i fantini presenti. Ci sarà spazio anche per i cavalli “storici” della Corsa all’Anello che faranno il giro della pista per ricevere gli applausi del pubblico, montati dai cavalieri che hanno fatto la storia della giostra equestre narnese. Insomma, l’evento celebrerà i 50 anni della Corsa all’Anello ed i suoi valorosi protagonisti che per la prima volta, tutti insieme, solcheranno la pista del San Girolamo.

MADRINA 3.0 – La 50esima edizione della Corsa all’Anello avrà tre madrine. L’Ente Corsa all’Anello, in occasione della data importante raggiunta dalla festa cittadina, ha deciso di triplicare le testimonial che sfileranno in corteo in tre diverse occasioni: corsa storica, corteo storico e corsa moderna. Il progetto è stato chiamato “Madrina 3.0” perché oltre al richiamo del numero delle tre bellezze, si tratterà di un’operazione importante a livello di comunicazione. Le tre dame avranno infatti un compito particolare: oltre a sfilare racconteranno la città e la Corsa all’Anello, un’innovazione che non passerà inosservata e che darà una connotazione particolare ai cortei ed alla festa dedicata a San Giovenale. Le tre donne sono infatti conosciute travel blogger con migliaia di seguaci. Per quanto riguarda il corteo sfilerà la celebre influencer, attrice e modella olandese Sunna Neuféglise che sul suo profilo instagram conta oltre 50mila follower. L’influencer, che è già stata a Narni, racconterà con una serie di foto il corteo e la città. Le altre due dame sono Diana Bancale, scrittrice e giornalista che sul suo seguito blog “In viaggio da sola” racconterà ai suoi migliaia di seguaci la festa dedicata a San Giovenale e Marianna Narillo, autrice del blog “Ti racconto un viaggio” che ugualmente farà conoscere con il suo racconto Narni e la Corsa all’Anello.

CORSA ALL’ANELLO A BASSO IMPATTO AMBIENTALE – Quest’anno la manifestazione usufruirà dell’uso di stoviglie e contenitori compostabili già testati nell’impianto di compostaggio di GreenASM, per garantire il recupero e trasformazione in compost degli stessi. Il Comune di Narni è infatti  da tempo impegnato per l’affermazione di una cultura della sostenibilità ambientale. Quest’anno intende coinvolgere l‘intera organizzazione della Corsa all’Anello perché l’importante evento di rievocazione storica, con forte valenza culturale e grande richiamo gastronomico diventi veicolo di trasmissione per corrette prassi di recupero e ribadisca l’impegno della municipalità verso il rispetto e la tutela dell’ambiente. Per questo è nato il progetto “Corsa all’anello a basso impatto ambientale” che è stato ottenuto grazie alla  collaborazione tra Comune di Narni, ASM Terni , GreenASM, Novamont (attraverso il suo marchio commerciale MATER-BI), Regusto e, naturalmente l’Ente Corsa all’anello. Una sinergia tra vari soggetti operanti sul territorio, che avranno lo scopo di potenziare ulteriormente la raccolta differenziata per arrivare ad una reale società del riciclo.

SECONDA EDIZIONE – La Corsa all’Anello raddoppierà con la seconda edizione che si svolgerà dal 16 al 23 giugno. Oltre alla Corsa all’Anello canonica, ci sarà “La Rivincita” che conterà una settimana di manifestazioni legate alle rievocazioni storiche e che culminerà sabato 23 giugno con la gara equestre in notturna. La seconda edizione si aprirà sabato 16 giugno con la lettura del bando e l’apertura delle osterie, seguita il 17 giugno da un grande banchetto di piazza che avrà un famoso ospite. Nei giorni seguenti ci saranno diversi spettacoli ed esibizioni a cura dei gruppi dei terzieri, fino ad arrivare alle benedizioni dei cavalieri di Fraporta, Santa Maria e Mezule. Sabato 23 ci sarà il grande corteo storico che partirà da piazza dei Priori per arrivare allo stadio San Girolamo dove alle 21.30 si terrà la Corsa all’Anello.

Stampa