Comune Spoleto, bando per dirigente finanziario | Si cercano anche 3 vigili urbani

Comune Spoleto, bando per dirigente finanziario | Si cercano anche 3 vigili urbani

Nessuna domanda per l’avviso di mobilità tra enti, ora via al concorso pubblico per il dirigente al bilancio che dovrà sostituire Claudio Gori

Il Comune di Spoleto cerca un nuovo dirigente finanziario per l’ente. E’ in scadenza infatti l’incarico di Claudio Gori, nominato ai sensi dell’articolo 110 del Tuel e quindi legato al mandato amministrativo dell’attuale Giunta. Ma l’attuale amministrazione comunale si era già mossa per tempo prima ancora della scomparsa improvvisa del sindaco Fabrizio Cardarelli e quindi dello scioglimento del consiglio comunale e delle elezioni amministrative anticipate di un anno.

Dopo la riorganizzazione della macchina comunale, infatti, le direzioni sono state ridotte ed i relativi vertici sono stati assegnati a dirigenti assunti tramite concorso pubblico. Tutte tranne una, la direzione economico finanziaria e personale, attualmente guidata da Gori, che ha un incarico di tipo fiduciario, scelto in seguito ad una selezione comparativa. Con la nomina della nuova Giunta, il suo rapporto lavorativo con il Comune di Spoleto scadrà, salvo una possibile proroga di 6 mesi prevista dalla legge.

Per questo, quindi, ad ottobre 2017 erano state avviate le procedure di gara per chi dovrà ricoprire un incarico così delicato. A novembre era stato pubblicato un avviso di mobilità tra enti, con scadenza il 28 dicembre, che non ha però visto la presentazione di domande. Ora, quindi, il Comune ha dato vita ad un concorso pubblico per l’assunzione di un dirigente, che avrà un compenso lordo annuale di quasi 112mila euro.

Tra i requisiti richiesti, oltre alla cittadinanza italiana, alla maggiore età, all’idoneità fisica, al pieno diritto dei godimenti politici ed al non essere stato licenziato, destituito o dispensato dall’impiego presso una pubblica amministrazione, è previsto il diploma di laurea in economia e commercio o equipollenti, esperienza triennale in posti di qualifica dirigenziale nell’ambito della pubblica amministrazione o in posti di posizione organizzativa o giuridicamente equivalenti nell’ambito della pubblica amministrazione o esperienza dirigenziale in strutture private. Sono previste due prove scritte ed una orale; qualora i candidati ammessi a partecipare al concorso siano più di 50 si effettuerà un test preselettivo che sostituirà la prima prova scritta.

Pochi mesi fa un’altra procedura selettiva aveva portato il Comune di Spoleto ad assumere il nuovo dirigente dell’area tecnica, l’architetto Barbara Gentilini. Un’assunzione dovuta al pensionamento del dirigente all’urbanistica Giuliano Mastroforti. Mentre qualche mese prima, scorrendo la graduatoria ancora in vigore per il concorso pubblico effettuato nel 2010, era entrata in forze all’ente come dirigente dell’area servizi alla persona Dina Bugiantelli.

Ma il piano del fabbisogno occupazionale 2017-18-19 approvato dall’attuale Giunta prevede anche altre assunzioni all’interno dell’ente. Alcune sono state già effettuate nei mesi scorsi, in vari uffici e settori. Il primo step è quello della mobilità tra enti; soltanto in caso questa procedura non vada in porto si procede a concorsi pubblici. Ora il Comune sta cercando anche tre vigili urbani. Per la precisione l’avviso di mobilità volontaria è per 3 unità lavorative con il profilo professionale di Esperto Di Vigilanza o comunque denominato, appartenenti all’area di vigilanza categoria giuridica C. Le domande andranno presentate entro il 12 marzo.

Stampa