Città di Castello, successo per la Befana dei pompieri

Città di Castello, successo per la Befana dei pompieri

Nonostante il freddo, la Befana si è calata dal campanile del Comune fino in piazza

Sfidando le temperature polari, anche quest’anno la Befana dei Pompieri non ha deluso i tanti bambini, che nel pomeriggio di venerdì 6 Gennaio, giorno dell’Epifania, erano ad attenderla in Piazza Gabbriotti. Lunga e movimentata l’attesa, durante la quale Leonardo Caprini ha coinvolto i grandi e piccini in divertenti siparietti, che hanno scaldato l’atmosfera gelida dell’ultimo giorno delle festività 2016/2017.

Puntale, come da tradizione, si è nascosta dietro le vetrate della Loggetta di Corso Cavour, ha fatto capolino dalle finestre del Consiglio comunale, preceduta da sbuffi di fumo bianco; finalmente, esauriti i diversivi, la Befana è apparsa sul campanile del Comune, una postazione insolita, ma ugualmente suggestiva da cui prendere il volo la Piazza. Una corsa aerea ripida e lunga 45 metri, con soste per cospargere il pubblico, che l’osservava con il naso all’in su, di neve e coriandoli colorati. Ha faticato non poco a farsi strada tra i bambini, una volta atterrata dal lato dei Giardini del Cassero; ma alla fine è riuscita a guadagnare il palco, dove salutando tutti molto calorosamente, ha estratto i biglietti della lotteria. A ringraziarla per non aver mancato l’appuntamento, è stato il vicesindaco e assessore alla Cultura Michele Bettarelli, che a nome dell’amministrazione comunale, ha avuto una parola per ognuno, delle molte associazioni coinvolte e naturalmente per il Dipartimento dei Vigili del fuoco di Città di Castello, che da tanti anni e con la medesima professionalità ha garantito lo spettacolo.

Con la discesa della Befana si chiudono le festività – ha aggiunto Bettarelli – e da domani si riparte per un nuovo anno che auguro laborioso e ricco di tante soddisfazione per la città. Abbiamo tante risorse pronte a mobilitarsi in nome dell’interesse e del bene comune: dobbiamo andare fieri di questo capitale umano, che permette ai tifernati di ritrovarsi e sentirsi una comunità, come è accaduto oggi, in una giornata proibitiva dal punto di vista climatico ma che non ha scoraggiato dal partecipare alla Befana dei Pompieri”.

In particolare ed oltre ai Vigili, del fuoco che sono collaboratori ma anche protagonisti, hanno dato il loro contributo il Club 8.3, l’associazione Radio Amatori, la Croce Rossa, il Gruppo Alfa, il Gruppo comunale di Protezione civile, il Lion Club di Città di Castello, la Pubblica Assistenza Tifernate, il Rotary Club di Città di Castello, il Vespa Club, la società rionale Mattonata e Sogepu. Durante la manifestazione sono state raccolte offerte a favore dell’associazione Gianluca Pennetti Pennella.

Stampa