Cerreto, il salvataggio della Madonna di Costantinopoli in un libro

Domani appuntamento al teatro di Cerreto per la presentazione della pubblicazione che celebra l’intervento dei vigili del fuoco a salvaguardia della chiesa

cerreto-madonna-di-costantinopoli-4L’intervento di salvataggio e messa in sicurezza della chiesa della Madonna di Costantinopoli, a Cerreto di Spoleto, da parte dei vigili del fuoco è stato racchiuso in un libro. Una pubblicazione che vuole celebrare l’impegno del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, ed in particolare la direzione regionale, che hanno avuto un ruolo fondamentale durante l’emergenza legata ai devastanti eventi sismici del 2016 e 2017 non solo nel soccorso delle persone ma anche nella salvaguardia del patrimonio storico e artistico del Paese.

L’iniziativa, voluta dall’amministrazione comunale di Cerreto,  guidata da Luciano Campana, è finalizzata quindi a ringraziare chi si è speso, e si sta ancora spendendo, per la messa in sicurezza di luoghi simbolo della Valnerina. Il volume, dal titolo “Preservare l’arte: chiesa della Madonna di Costantinopoli”, verrà presentato domani, sabato 22 aprile, alle ore 17 nel teatro comunale di Cerreto, in piazza Pontano.

cerreto-madonna-di-costantinopoli-7A Cerreto di Spoleto, infatti, il sisma del 30 ottobre ha danneggiato in particolare la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, luogo di culto ma anche  bene culturale di notevole interesse storico artistico. La chiesa venne costruita tra il XVI e XVII secolo e, nel 1690, le venne annesso un convento francescano dei minori Osservanti. Gli arredi e le tele del secolo XVII dopo il sisma del 30 ottobre sono state salvate dai vigili del fuoco e dai carabinieri del nucleo tutela del patrimonio di Perugia dal momento che la chiesa era rimasta fortemente danneggiata dalle scosse telluriche e rischiava di crollare su se stessa.  Per evitare ciò, la chiesa di Santa Maria di Costantinopoli ha visto i vigili del fuoco artefici di un lavoro straordinario di messa in sicurezza volto a salvaguardare un esempio di architettura sacra di pura e rara bellezza. Un intervento straordinario documentato da video e immagini realizzati dagli stessi pompieri.

Il lavoro di progettualità e di esecuzione nella sua interezza è stato il frutto della cooperazione di più soggetti appartenenti alle due istituzioni cui è affidata l’opera di tutela in emergenza dei beni storici e culturali, la Soprintendenza ai beni culturali  e i vigili del fuoco che nella circostanza emergenziale operavano sotto il Comando regionale.

cerreto-madonna-di-costantinopoli-6Su questo specifico intervento è stata realizzata una pubblicazione dal titolo “Preservare l’arte: chiesa della Madonna di Costantinopoli” curata dai principali interpreti dell’operazione, gli ingegneri dei Vigili del Fuoco Salvatore Angelo Capolongo e Donato Fabbricatore oltre che da Raoul Paggetta della Soprintendenza  ai beni culturali.

A presentarla, sabato 22 aprile, oltre al sindaco Luciano Campana,  saranno presenti Raffaele Cannizzaro Prefetto di Perugia; Raffaele Ruggiero, Direttore Regionale Vigili del Fuoco dell’Umbria e Marica Mercalli, Direttore Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria.