Castiglione del Lago, prosegue la formazione per i Vigili del Fuoco volontari

Castiglione del Lago, prosegue la formazione per i Vigili del Fuoco volontari

A metà aprile l’apertura della caserma

Manca poco per l’apertura del nuovo presidio dei Vigili del Fuoco volontari di Castiglione del Lago. Da pochi giorni è iniziato il corso di formazione teorico e pratico di 140 ore che si svolge nella caserma di viale Divisione Brigata Garibaldi a pochi metri dal Club Velico Castiglionese, nei locali costruiti per la Polizia Provinciale che, dopo un accordo di programma fra Provincia di Perugia, Comune di Castiglione e Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Perugia, stanno per essere attivati finalmente per un servizio 365 giorni all’anno, 24 ore su 24: l’inizio dell’attività permanente del corpo è prevista subito dopo la conclusione del corso, quindi intorno alla metà di aprile.

A Castiglione si aprirà quindi il quarto distaccamento volontario dopo quelli di Sellano, Norcia e Città della Pieve.

«Il corso si divide in una parte teorica che si svolge tutta a Castiglione del Lago – ha dichiarato l’ispettore Andrea Lombrici, formatore dei Vigili del Fuoco di Perugia – e in una parte pratica, fatta di prove ed esercitazioni molto impegnative che, per questioni relative alle strutture e alle attrezzature, come il “castello” di manovra, vengono svolte a Perugia nella sede del Comando Provinciale. Il corso è concentrato il venerdì, sabato e domenica per venire incontro il più possibile alle esigenze dei ragazzi che studiano e lavorano, con una sola settimana molto intensa dal lunedì al venerdì con orario 8-17». Sono 16 i partecipanti al corso e altri 12 volontari sono stati già formati nel 2017: la caserma potrà poi contare anche su alcuni vigili volontari che hanno fatto il servizio militare nel corpo, fino che esisteva la leva obbligatoria, e sono attualmente “vigili discontinui” pronti ad entrare nei turni a Castiglione. Tutti i volontari sono preparati con molta cura e attenzione per espletare interventi tecnici e di soccorso sul territorio, quelli che si richiedono al 115, come la prevenzione degli incendi, della vigilanza nei locali di pubblico spettacolo, la vigilanza e il controllo durante le manifestazioni all’aperto, corsi specifici sulla sicurezza antincendio ai dipendenti di ditte ed enti esterni per la gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro.

«Un servizio garantito per tutto l’anno dal Corpo dei Volontari VVFF con continuità annuale – ha spiegato Marino Mencarelli, consigliere delegato ai lavori pubblici – per garantire finalmente la necessaria sicurezza alla popolazione del comune più lontano dell’Umbria da una caserma dei vigili. Credo che tutti i cittadini saranno più tranquilli e si sentiranno più sicuri: la caserma sarà attrezzata infatti con mezzi adeguati e anche con esperti vigili nautici dotati di gommone per meglio fronteggiare le esigenze di soccorso e quindi gli interventi richiesti dalla popolazione nell’intero comprensorio del Trasimeno. Proprio il controllo e la sicurezza del lago fa del luogo prescelto, come sede della caserma, la migliore soluzione possibile a Castiglione del Lago».

Stampa