Bulli che spaventano i compagni, in tre rischiano il processo

Bulli che spaventano i compagni, in tre rischiano il processo

Il procuratore per il Tribunale dei minorenni ha chiesto il rinvio a giudizio per i tre giovani gualdesi

Tre minori finiranno davanti al giudice. E’ stato chiesto il rinvio a giudizio dei tre ragazzi di 15, 16 e 17 anni indicati come gli autori di comportamenti vessatorie e persecutori da alcuni compagni di classe di una scuola del gualdese.  Il procuratore per il Tribunale dei minorenni di Perugia Flaminio Monteleone, ha chiesto il rinvio a giudizio.

Richiesta accolta dal Gup, che ha fissato a gennaio l’udienza preliminare per tre ragazzi di 15, 16 e 17 anni, tutti nati in Italia ma di origine straniera. Sarà il giudice quindi a stabilire se per i tre ragazzi, uno dei quali, era stato anche ristretto agli arresti domiciliari, si aprirà un processo.

Bullismo, la paura di andare a scuola | Racconti delle vittime del “ragazzino terribile” di Gualdo Tadino

Secondo quanto fissato nelle denunce e sigillato nella ricostruzione del magistrato i tre ragazzi con una serie di atti tra cui offese continue, intimidazioni e minacce avevano creato uno stato di ansia nei coetanei tanto da spingerli a non voler più frequentare la scuola. A far emergere il caso erano state le denunce dei genitori ai quali i ragazzi via via avevano confidato l’incubo che stavano vivendo.