Bevagna, raccolti 80mila euro per la nuova scuola antisismica

Bevagna, raccolti 80mila euro per la nuova scuola antisismica

Quasi in 600 per la “Cena in piazza” | Sindaco Falsacappa: “Una vittoria perché una comunità intera ha risposto unitamente alla realizzazione di un sogno”

La lunga fase delle promesse è stata superata. Sabato 7 ottobre in piazza Filippo Silvestri, a Bevagna, erano quasi 600 le persone che hanno preso parte alla “Cena in piazza” per la realizzazione della nuova scuola antisismica. Un segnale concreto che dimostra l’affiatamento e la coesione di cui tutta la comunità è capace per il raggiungimento di un obiettivo che rappresenta il bene di tutta Bevagna.

Ben tredici le Associazioni che hanno collaborato in sintonia con gli esercenti, i genitori e gli insegnanti, assicurando la riuscita dell’evento. Fondamentale l’apporto della Gaita San Pietro che ha concesso l’utilizzo della cucina e messo a disposizione risorse e competenze. Una serata che ha rappresentato la fase conclusiva del primo grande passo, iniziato lo scorso 19 marzo con l’iniziativa dello School Bonus.

“Questa è una vittoria – sono le parole del sindaco Annarita Falsacappaperché una comunità intera ha risposto unitamente alla realizzazione di un sogno. Nell’iniziativa della costruzione di una scuola nuova non possiamo dividerci per ragioni politiche, per paura che ci sia un vincitore, perché, se il disegno andrà in porto, a vincere sarà Bevagna”.

Giovani, adulti, genitori, nonni, associazioni e aziende, tutti seduti allo stesso tavolo per il medesimo scopo. Un evento decisivo per il lungo percorso intrapreso dall’Amministrazione comunale già all’indomani del sisma ha colpito l’Umbria un anno fa. Un momento di festa che ha ravvivato la piazza principale di Bevagna e insieme a lei la speranza di un futuro più sereno. Il prossimo passo adesso è il progetto esecutivo. “Da marzo ad ottobre, in sei mesi effettivi, – continua la Falsacappa – abbiamo raccolto una cifra che ci fa essere soddisfatti e ci fa dire che il progetto si farà e che ci servirà per chiedere i finanziamenti necessari per un polo scolastico nuovo. La somma precisa sarà possibile averla a dicembre e verrà versata sul conto della scuola, ma finora sappiamo che abbiamo raggiunto circa 80 mila euro. Con la serata di sabato abbiamo aggiunto circa altri cinquemila euro”.

Bevagna è ad un passo dall’obiettivo, quello di una nuova scuola, di tutti, perché tutti hanno contribuito alla sua costruzione.