Arrivano gli ispettori ambientali contro i ‘furbetti’ del ‘sacchetto selvaggio’

Arrivano gli ispettori ambientali contro i ‘furbetti’ del ‘sacchetto selvaggio’

La Valle Umbra Servizi annuncia l’ampliamento della raccolta porta a porta | Nel 2018 pronto il Biodigestore di Casone

L’anno 2017 porterà grandi novità sul fronte della gestione dei rifiuti, tra le maggiori novità presentate dalla Valle Umbra Servizi, figura la raccolta organica domiciliare anche all’esterno dei centri storici, l’accordo con la Sogeco che gestisce la discarica di Belladanza a Città di Castello e l’arrivo, si spera entro Pasqua degli ispettori ambientali che potranno pizzicare e punire i furbetti del sacchetto selvaggio. Ad illustrate la situazione, ieri mattina, in conferenza stampa, il presidente Maurizio Salari ed il direttore generale Walter Rossi. Nel frattempo sono già iniziati i lavori per la realizzazione del moderno biodigestore di Casone con circa sette milioni e mezzo d’investimento per l’ammodernamento dell’impianto di selezione dei rifiuti indifferenziati. I dati snocciolati sono tutto sommato positivi con un aumento del 4,5% di raccolta differenziata nel Comune di Foligno che chiude il 2016 a quota 61,5% rispetto al 49,9% del totale dell’Ati 3 Umbria. Da questa estate – ha fatto sapere Salari – oltre settemila utenze di Foligno verranno interessate dalla raccolta porta a porta dell’organico così come quella entro le mura urbiche. Le zone sono già state individuate, si tratta della prima periferia, ma ancora da definire con precisione. Per quanto riguarda il biodigestore invece, i tempi per la conclusione dell’opera sono stati messi in agenda per l’inizio del 2018 e verrà prodotto biometano di qualità da re immettere sul mercato. Sempre a Casone, si attende la valutazione di impatto ambientale per ammodernare la linea di selezione dei rifiuti indifferenziati, operazione che permettere il recupero di circa il 60% dei materiali presenti nell’indifferenziato, destinandoli quindi al riciclo. Si faranno anche due linee per selezione e pulizia carta e materiale plastico. Una serie di azioni che permetteranno di abbattere i conferimenti in discarica, anche perché – hanno reso noto i vertici della Valle Umbra Servizi – la discarica di Sant’Orsola a Spoleto è quasi al limite tanto che verrà siglato un accordo con la Sogeco per portare i rifiuti in alto Tevere. Si preannunciano tempi duri anche per chi non fa la differenziata, la fa male, o approfitta di discariche abusive: a breve infatti entreranno in servizio gli ispettori ambientali e cominceranno a fioccare salate multe.