All’ospedale di Foligno visite gratuite contro i tumori del cavo orale

All’ospedale di Foligno visite gratuite contro i tumori del cavo orale

Screening a lingua, guance, gengive, palato e labbra | Ecco come prenotarsi

Visite gratuite all’ospedale San Giovanni Battista di Foligno, per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale, in occasione della terza Giornata Nazionale della Prevenzione, che ricorrerà vnerdì 22 settembre. La struttura complessa di otorinolaringoiatria, diretta da Fabrizio Longari, eseguirà lo screening gratuito, basterà prenotarsi, contattando lo 0742 3397187 dalle 8.30 alle 13.

Organizzata dall’Associazione Otorinolaringoiatri Ospedalieri Italiani, l’iniziativa ha permesso a migliaia di persone di effettuare la visita supportati da specialisti. A finire sotto la lente d’ingrandimento, come detto, sarà il cavo orale: lingua, gengive, guance, pavimento, palato e labbra. “Tumefazioni ed escrescenze, lesioni bianche o rossastre e ferite che non si rimarginano spontaneamente – spiegano dalla Usl Umbria 2 – possono essere la manifestazione di lesioni pre-tumorali o, peggio, tumorali”.

Secondo i dati forniti dall’azienda ospedaliera locale, l’incidenza in Italia è abbastanza alta: dai 4 ai 12 nuovi casi per anno ogni 100mila abitanti, in base ai fattori di rischio prevalenti nelle varie aree geografiche. Tra i fattori di rischio, il fumo, l’abuso di alcol, la scarsa igiene orale, le infezioni virali, i microtraumi cronici della mucosa della bocca dovuti alle protesi dentarie, l’eccessiva esposizione al sole e una dieta povera di frutta e verdura. Per prevenirli, dunque, occorre seguire innanzitutto un corretto stile di vita. Se si è soggetti ad almeno un fattore di rischio, inoltre, le visite otorinolaringoiatriche periodiche sono fortemente raccomandate.

La diagnosi precoce è semplice e non richiede metodi invasivi. Anzi, consentendo una chirurgia conservativa, evita trattamenti demolitivi con conseguenze invalidanti, riduce i costi di terapie e riabilitazione, aumenta fino all’80 per cento la sopravvivenza libera da malattia e migliora la qualità della vita.

Stampa