E alla fine Mismetti…’se magnò li fascioli’

E alla fine Mismetti…’se magnò li fascioli’

Il sindaco ospite d’onore alla Sagra del Fagiolo di Cave

“Ma perchè avemo mai magnato li fagioli insieme io e te”? La frase, smaccatamente dialettale, tipicamente folignate, viene generalmente rivolta nei confronti di chi si sta prendendo eccessive confidenze. Qualche settimana fa è incredibilmente diventata una frase cult, un must, come va di moda dire oggi, insomma … un vero e proprio tormentone. Eh già, perchè a pronunciarla è stato niente di meno che il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, rispondendo alla giornalista Roberta Rei, inviata della trasmissione ‘Le Iene’ che era tornata nella città della Quintana per chiedere spiegazioni direttamente al primo cittadino, in merito all’utilizzo delle casette di legno nella fase di emergenza sismica. Sarà stato il momento di particolare tensione accumulata, tra il terremoto che non sembrava non voler finire o la perenne crisi di governo, l’intervista è finita ben presto sulle bacheche social dei folignati con commenti a dir poco sarcastici, a breve sono seguiti esilaranti post satirici sul rapporto tra il sindaco ed i famosi legumi. C’è stata poi la ‘Fasciolata della Solidarietà per Muccia’ ispirata al tormentone sindacal-leguminoso, alla quale però il primo cittadino ha dato forfait. Domenica scorsa però, Nando Mismetti si è presentato nelle piccola frazione di Cave, e su invito della Pro Loco ha partecipato, ovviamente come ospite d’onore, ad un pranzo in edizione straordinaria della Sagra del Fagiolo di Cave, specialità riconosciuta a livello internazionale. Il sindaco, ha così mantenuto l’impegno preso tempo fa, e con un indiscutibile ed apprezzabile senso dell’autoironia si è lasciato servire un bel piatto ‘de fascioli co le cotiche’ fumanti. Dopotutto, a tavola si è tutti amici, anche se – per dirla sempre in dialetto – l’amici so’ come li fascioli…parlono da dietro!