Al Museo archeologico di Spoleto, l’evento “Dall’indicibile al dicibile”

Al Museo archeologico di Spoleto, l’evento “Dall’indicibile al dicibile”

Mostre, concerti, giochi, visite guidate per la Festa dei Musei

Il Museo archeologico nazionale e Teatro romano di Spoleto aderisce alla Festa dei Musei con due giornate ricche di iniziative. Sabato 20 maggio, dalle ore 9.30 alle 13.30, “Caccia al reperto. Aspetti inediti e controversi del museo”, laboratorio didattico per giovani in età scolare e scuole di ogni ordine grado a cura del personale del museo.

Alle ore 16 inaugurazione della personale di scultura di Germano Cilento “Dall’indicibile al dicibile”. Alle ore 17 in contemporanea percorso guidato attraverso la documentazione archivistica e il complesso monumentale di Sant’Agata a cura di Luigi Rambotti, dell’Archivio di Stato di Spoleto, con letture di Sandro Fiorelli, e “Geste: performance figure di musica e danza a cura e con Carole Magnini, Christian Bourigault (danza) e Giacomo Tosti (fisarmonica).

Alle ore 18.30 concerto di Ondanueve String Quartet (quartetto d’archi di virtuosi che spaziano dalla classica al pop al jazz all’avanguardia, Paolo Sasso e Andrea Esposito ai violini, Luigi Tufano alla viola e Marco Pescosolido al violoncello) con il percussionista Riccardo Schmitt.

Alle ore 20 degustazioni al giardino archeologico con selezione musicale a 432 HZ a cura di Viceversa. Alle ore 21 visite guidate a tema.

Domenica 21 maggio, dalle ore 9 alle 18, “Taboo al museo: i reperti ‘non detti’ ”, gioco di conversazione e osservazione a cura del personale del museo. Alle ore 18.30 concerto del flautista Andrea Ceccomori. Alle ore 20 degustazioni al giardino archeologico.