Acque di scarico erodono terreno, cede fondo stradale

Acque di scarico erodono terreno, cede fondo stradale

Leonardi e Belloni di Cittadini per ‘Cambiare San Giustino’ presentano un’interrogazione per lo smottamento sulla strada tra Santa Maria in Selci e Giove

Un preoccupante (e pericoloso) cedimento del fondo stradale è presente ormai da mesi sulla strada che da Santa Maria in Selci porta a Giove, subito dopo l’abitato di Case Nuove Seconde (Comune di San Giustino).

Questo smottamento da erosione – segnalato dai consiglieri Pierluigi Leonardi e Corrado Belloni di ‘Cittadini per cambiare San Giustino’ – “è provocato dalle acque di scarico del depuratore comunale e da una inidonea regimazione delle stesse proprio in prossimità dell’attraversamento sotterraneo della strada” (foto a lato). Da tenere presente che l’acqua corre in questo canale di scolo per tutto l’anno.

L’erosione rende molto pericoloso il passaggio nei due sensi dei vari automezzi. Spesso, peraltro, la strada è percorsa da trattori agricoli, ciclisti e pedoni. “Crediamo sia evidente la necessità di rinforzare e stabilizzare l’argine – diconio i due consiglieri di opposizione – nonché ripristinare il passo sulla strada comunale con una sezione idraulica adeguata”.

Leonardi e Belloni hanno presentato un’interrogazione al Consiglio comunale, chiedendo all’amministrazione comunale se intende intervenire con urgenza, “vista la pericolosità della situazione”.

Stampa